Windows Insider, in arrivo la Progressive Web App ufficiale

27 Settembre 2018 32

Il programma Windows Insider avrà presto la sua Progressive Web App dedicata. L'annuncio arriva nel corso delle fasi finali della conferenza annuale Ignite 2018: l'obiettivo è rendere più semplice gli Insider l'accesso a tutte le informazioni della community di beta tester volontari di Microsoft.


Ci saranno sezioni dedicate a notizie e post sul blog, al podcast degli Insider, agli eventi dal vivo organizzati in giro per il mondo e alle conferenze importanti come Ignite e Build; in primo piano saranno anche le informazioni relative alle nuove build dei vari software in distribuzione.

Non ci sono molti dettagli tecnici sull'app: si sa che avrà un tema scuro predefinito, e che sarà open-source così altri sviluppatori potranno usarla per imparare i vantaggi delle PWA associate alla piattaforma UWP. Naturalmente, essendo una Progressive Web App, sarà compatibile con qualsiasi dispositivo. Non sappiamo quando arriverà, ma durante la presentazione Microsoft ha detto che lo sviluppo è già a buon punto.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 889 euro oppure da Media World a 979 euro.

32

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
steek

io sono ancora fiducioso e lo tengo in un angolo in attesa del nuovo OS ms :P

Top Cat
delpinsky
Signor Citrus

Io ho notato che le tile ora sono molto più godibili, ricordo all'inizio che molte erano uguali o fatte male.
Adesso molti siti che mi aggiungo allo start (il desktop per me non esiste più da win 7) hanno simboli intuitivi e più visibili. Potrebbero diventare tutte future pwa.

cipo
manu1234

ogni 6 mesi esce una release, ogni 6 mesi aggiornano edge con supporto alle cose nuove. questi sono I tempi. per ora di pwa da parte di ms ci sono teams e questa, ma non mi sorprenderebbero azure devops e azure portal in futuro

MatitaNera

Ok, ci può stare. Ma interessa a pochi, troppo pochi.

Raffael

È vero, ma già che è presente, almeno enfatizzato!

MatitaNera

in realtà puntare su continuum quando il 90% degli utenti compra solo per "moda" è un suicidio

MatitaNera

ottima disamina

Top Cat
Signor Citrus

É un miscuglio di simbolismi senza nesso logico o spirituale.
Un unicorno, fiamme e un gatto CON UNA BENDA, che porta una bandiera colorata.
Dai, non scherziamo.

Signor Citrus

Ottimo ottimo. Aspetto che investano nuovamente sulle pwa.

Lolloso

no grazie, perchè in caso di necessità posso recuperare aggratis anche 2 lumia 620 ;)

ilmondobrucia

Vuoi il mio lumia 735? te lo vendo

ilmondobrucia

Ii quando uso il mio 735 penso a quanto posso venderlo

gioboni

Non è che non ci hanno creduto come Google ed Apple, ma quando sono arrivati loro (tardi) "crederci" costava infinitamente di più dal momento che dovevano imporsi in un mercato già maturo e non hanno potuto crescere insieme al mercato stesso come i due avversari.
Il fallimento di MS nel mobile è frutto di una lunga serie di scelte sbagliate operate da diverse persone nel tempo: la prima fu quella di sottovalutare il mercato consumer rimanendo legati ad un progetto mutato dal mondo pda (WM6/6.1); la seconda fu quella di impostare in modo poco lungimirante la nuova creatura WP7 che li costrinse a doverci rimettere mano più e più volte e finì con uno stacco netto da 7.8 ad 8 con perdita di compatibilità (stessa cosa che si verificò più avanti con 8.1 -> 10) ecc... (chi seguiva il settore sviluppo in quegli anni potrà ricordare un susseguirsi delirante di api e tecnologie per le app); la terza ed ultima fu quella di investire somme elevate ma non abbastanza per colmare il gap che ormai si era creato e questo portò sì all'acquisizione di Nokia (comunque per un cifra quasi ridicola) ma anche ad una scarsità di fondi per il sw (soprattutto gli incentivi verso sviluppatori terzi) e senza app e servizi non si va da nessuna parte anche con device impeccabili. Se i 5+ Mld sborsati per Nokia fossero stati investiti in incentivi agli sviluppatori, acquisizione di sw di rilievo per il mercato mobile e accordi commerciali (chi ha detto gapps?), probabilmente ora WM avrebbe una sua fetta di mercato e ci sarebbe un'alternativa in più; tuttavia non è facile giustificare una spesa del genere senza ottenere poi qualcosa di tangibile, quindi sarebbe dovuta essere una decisione del CEO che però non ci credeva.

gioboni

Non so quando tu l'abbia comprato ma in ogni caso direi che il suo lavoro lo ha fatto: il mio sono già due anni che mi ha lasciato nello stesso identico modo (nand "bruciata"), mentre un paio di 920 in casa girano ancora dal periodo del lancio.

Ilmighelo

Android si è salvato sui fascia bassa perché i soc di ora hanno la giusta potenza, non perché Android ci abbia lavorato su eh.

Lolloso

ah dovesse morire il mio 925 ho l'ex 820 di mia moglie (ora passata al 650), per qualche anno ancora dovrei essere a posto

Top Cat

Se solo NOKIA non si fosse arroccata su i suoi sistemi op.

E insomma....adesso avremmo dei telefononi!

cipo

No.. ha solo posticipato il suo passaggio ad Android..ma l'occasione e l'intento iniziale erano più che buoni.

Top Cat

Comunque carino.
https://uploads.disquscdn.c...
Mi ricorda un pò Zelda The Ocarina of Time.

Top Cat

E facendolo ha distrutto NOKIA.
Teniamolo a presente.

cipo
cipo

Oltrettutto un sistema mobile era da "traino" per tutto il resto.

Lolloso

personalmente ritengo che, fin quando un reparto non è in perdita, vada tenuto in vita se utile per un ecosistema. Sinceramente ritengo sia utile tenerlo in vita anche fosse in perdita spalmando i costi sulle divisioni in utile, ma è anche vero che di gestione aziendale me ne intendo zero. Da comune mortale credo sia sbagliato per un azienda che genera profitti del genere ritirarsi da un settore che comunque è in grossa crescita, bisogna rimanere sul mercato soprattutto se hai comunque le conoscenze e le infrastrutture per farlo già in piedi. Potevano tranquillamente non annunciare nessun ritiro e lasciare w10m in stato di "supporto" mentre procedevano con CoreOS (sempre sia vero che esiste) rilasciando poi questa nuova versione (anche non supportando i vecchi terminali) che tanto alla fine la "facciata" del sistema è sempre uguale e l'utente medio non si sarebbe accorto di niente. Dando l'annuncio del ritiro non hanno fatto che perdere fidelizzazione e ulteriori sviluppatori / app.

Raffael

Più che altro, non è che non c'ha creduto, più che altro non era profittevole.
Verosimilmente, fruttano più le app Office su Android e iOs che W10M stesso!
Se la sono giocata male, facendo vari errori.
I competitor hanno enfatizzato all'inverosimile DeX/Esperienza desktop-like, mentre Microsoft, nel 2015, non è riuscita neanche a mettere le finestre con Continuum (che di suo, era davvero avanti!).

Lolloso

o meglio, la precedente gestione MS ci ha creduto più di quanto ci abbia creduto la gestione attuale, il CDA e lo stesso fondatore. io tiro ancora avanti col mio 925

Lolloso

non bastava l'hub dei feedback ?

Carlo

ma io non penso che sia trattato di incompetenza, quanto piuttosto il fatto di non crederci davvero. Google ci ha creduto (pensa cos'era Android all'inizio sulla fascia bassa rispetto a Wp), Apple ci ha creduto (con tutt'altro paradigma, convincendo il mondo che i suoi smartphone sono i migliori), MS no, non ci ha creduto, non ci ha investito e soprattutto non ha fatti nulla di nulla per convincere l'utenza a preferire il suo software mobile. Comunque si, è un peccato, perchè per chi usa Windows 10 su pc e ci lavora seriamente, uno smartphone totalmente integrato con l'OS desktop sarebbe stata una gran cosa...

steek

ho ripreso in mano il mio lumia 735 con w10m e penso a cosa sarebbe potuto essere se solo ms avesse avuto gente più competente nel settore mobile.

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Tutte le novità di Windows 10 1803 "April 2018 Update"

Guida Acquisto: i migliori Notebook, Ultrabook e 2-in-1 | #NATALE 2017

Windows 10 1709 Fall Creators Update disponibile: tutte le novità