Microsoft ha inviato Win10 1709 anche a PC con aggiornamenti sospesi

13 Marzo 2018 181

Windows Update ha segnalato la disponibilità dell'ultimo aggiornamento di Windows 10, la versione 1709 "Fall Creators Update", a un certo numero di dispositivi per i quali gli aggiornamenti erano stati sospesi. Questo errore si è verificato solo nelle edizioni Pro ed Enterprise, visto che la Home non ha tali possibilità abilitate.

Microsoft ha corretto il problema con le patch distribuite l'8 marzo, ma è il secondo caso documentato nell'ultimo periodo in cui Windows Update ignora le impostazioni di ritardo degli aggiornamenti. Il primo si è verificato 4 mesi fa, in occasione del Patch Tuesday di novembre; in quel caso il bug è stato risolto il mese dopo, con il Patch Tuesday di dicembre.

In aggiunta, c'è un terzo caso, su cui Microsoft però non ha rilasciato conferme ufficiali. È avvenuto, secondo ComputerWorld, nelle ore successive all'annuncio del cambio di nomenclatura dei rami di aggiornamento - da "Ramo corrente" e "Ramo corrente (business)" a, rispettivamente, "Canale semestrale (mirato)" e "Canale semestrale". Anche in questa occasione, dice la testata, alcuni utenti si sono trovati le macchine aggiornate - o perlomeno con la notifica di installazione in sospeso.

In caso di ricevimento di un aggiornamento non richiesto, osserva Microsoft, è sempre possibile tornare indietro disinstallandolo - anche se, purtroppo, la realtà dimostra che non sempre la procedura si completa correttamente (per non parlare delle tempistiche).


181

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Federico

Era tutto diverso, io amavo Server 2003... un Server con i contro cavoli scalabile dall'impiego (al limite) workstation fino all'azienda di medie dimensioni.
Purtroppo ormai da anni Microsoft ha abbandonato i server "small business" con il risultato che per far funzionare un moderno Server di Redmond occorre uno specialista IT, possibilmente un dominio (diciamo che l'essere Controllore di Dominio è quasi un obbligo anche se la macchina è singola!) ed un hardware di notevole livello.
Tanto per rendere l'idea, un privato probabilmente non riuscirebbe neppure ad installarlo un Win Server 2016, figuriamoci amministrarlo :)
Usarlo come Workstation è semplicemente impossibile, sarebbe come cercare di catturare una trota con un aereo anti sommergibile.

Boronius

Si, probabilmente era Win Server 2003

Federico

Quello che tu dici poteva essere fatto una volta, ai tempi di NT o di Server 2003, e anzi non era affatto raro negli impieghi "mission critical" perchè gli OS Workstation di Microsoft di quell'epoca erano una pena.
Oggi però non è più possibile, non si può impiegare un Server 2016 come Workstation.
Proprio non esiste modo.

Boronius

Anni orsono un mio amico faceva rendering e disegno tecnico usando Windows Server, diceva che che con una quantità esagerata di RAM andava più veloce ed era stabilissimo. Io quando programmo uso Win desktop o Linux, però per i programmatori il discorso è diverso

Federico

Bonorius, benedetto figliolo... ma che dici? :)
Come fa ad esistere Windows Server per le postazioni di lavoro????
Linux non fa testo, ripeto, non esiste software per Linux.

Boronius

Ma per nulla, non sta scritto da nessuna parte che un computer debba rimanere acceso H24. Per quei casi specifici esiste Unix o Linux oppure Win Server

Federico

Boronius, stai sostenendo una sciocchezza, credimi.

Boronius

Non è una cattiva pubblicità per Microsoft, Windows desktop è stato pensato così, non può restare acceso in via indefinita, sono sempre previsti spegnimenti e accensioni. Non è un difetto anzi.

Federico

Ossia stai dicendo che Windows Workstation non è adatto ad un funzionamento H/24?
Interessante, veramente una bella pubblicità per Microsoft :)
NON, ripeto... NON esistono software di produttività per Linux, figuriamoci piattaforme di trading :)
Io non ho MAI detto che Linux è il miglior sistema operativo ed anzi l'ho spesso attaccato perchè utilizza un vetusto kernel monolitico... credo tu stia sbagliando persona.

Su Desktop Linux è semplicemente inutilizzabile.

Boronius

Mah secondo me ci sono dei sistemi, tipo delle VM con Win Server e il server vero e proprio sta altrove. Ma come, se Linux viene magnificato come il miglior SO da orde di validi professionisti, adesso esci tu a dire che manca il software?? Comunque, no, Windows desktop non è la soluzione più adatta per voi.

Federico

Fammi capire, secondo te bisognerebbe montare un Windows Server per ogni postazione di lavoro???
Linux su Desktop? Il software lo scrivi tu??
Boronius, continua ad occuparti di matematica che è meglio :)

Boronius

No mi dispiace, come già detto altrove siete voi che non avete capito la filosofia Windows Server e Windows desktop, Windows desktop è fatto per un uso da orario di ufficio, alla fine della giornata si spegne. Orientatevi piuttosto su Linux... e auguri.

Federico

Non esistono piattaforme di trading per Linux.

Federico

Esatto.
Allo stesso modo le postazioni di lavoro di una grande sala di contrattazione non vengono mai spente.

Boronius

Perché è come il Re Sole... "sul mio regno non tramonta mai il Sole"

Savio

si l'avevo già fatto. Purtroppo partiva sempre l'aggiornamento manuale (che poi di manuale non aveva nulla!), si tratta di Windows Upgrade . Ho provato varie volte a cancellare la cartella di riferimento ma niente. Ogni volta partiva in automatico e mi rallentava la linea. Peggio di un virus!

Federico

Linux no di sicuro, e difatti il suo market share nel Desktop aziendale non è basso ma nullo.
Mac OS invece è come Windows 7: li accendi e a meno che non si rompa l'hardware funzionano all'infinito senza necessità di privilegi amministrativi.

Berserker02

Disattiva il servizio di aggiornamento. Lo riattivi quando decidi di farli ....

Berserker02

Insomma .... odio l'ostracismo che sta applicando a 7.

Berserker02

Identici. Tonti baciapile con capacità di ragionare davvero bassa, praticamente zero ...

Allons-y

Bon allora manco Mac OS è affidabile, né tantomeno linux

Federico

Tu riusciresti a garantire il funzionamento di Windows 10 senza privilegi amministrativi?
Intendo, se ad ogni piccola magagna tu non fossi nelle condizioni di intervenire da solo ma ti trovassi costretto a ricorrere ad un servizio di assistenza a pagamento, lo giudicheresti ancora affidabile al 100%?

Allons-y

Che è na boiata, windows 10 è totalmente affidabile.

Federico

Ciò che scrivi non risponde al vero.
Quando testavamo le primissime build di Windows 10, e ancor più le pre release precedenti il rilascio ufficiale del prodotto, esso era veramente più veloce sia di XP che di Seven, ma questo è stato vero fino alla AU.
Da quel punto in poi Windows 10 è andato facendosi via via più lento quando eseguito su sistemi dotati di scarsissime risorse.
Uno dei maggiori problemi è PROPRIO il gestore della memoria compressa, che con la sua scelta architetturale impone l'utilizzo di Storage a bassa latenza.
Windows 10 è un buon sistema operativo, ma nella sua versione Desktop è stato spinto in direzione dell'hardware di concezione moderna.

I privati hanno esigenze totalmente differenti e spesso contrastanti con il mercato aziendale... a un privato non capiterà mai, ad esempio, di dover stampare su modulo continuo.
Ma al di là di questo, il privato non ha un costo di fermo macchina e non richiede l'intervento di personale specializzato ad ogni singolo problema.
Al contrario l'utenza aziendale, che naturalmente non possiede privilegi amministrativi, è costretta a far riferimento all'assistenza per ogni piccola fesseria.

La percentuale di insuccessi del Windows Update di 10 non è neppure paragonabile a quella di 7; è un problema storico che si trascina fin dai suoi esordi e che Microsoft non ha mai risolto.

Quello della scarsa convenienza dell'impiego di Windows 10 nel mondo imprenditoriale tutto è fuorché un mito.

takaya todoroki

hai provato a compilare?

skorpion83

Grazie, appena rientro a casa provo.

CIKAPPA2904

In ogni caso per come funziona Win10, se fosse davvero così semplice sarebbe:
"if (services.windowsupdate.on = false)
{ recive.update = off}.
Così, giusto per precisare :)

CIKAPPA2904

Devo dire però che, da utente che ha usato Win7 per ben 6 anni di fila, Windows 10 avrà i suoi problemi, ma in quanto a funzioni è molto meglio di Windows 7. Funzioni che magari si potevano ottenere con programmi esterni, ma così è molto meglio

CIKAPPA2904

Il programma di Microsoft che blocca gli aggiornamenti fa più schifo di Windows Vista. Se hai problemi con gli update disattivare Win Update dai Servizi, e scarica gli aggiornamenti di sicurezza a mano dal sito Microsoft

densou

confermo, ad un amico win10 su z77 (mannaggia intel ^^ ) aveva parecchi problemi [es. non gli si montavan volumi boot a parte] e manco gli aggiornamenti partivano. Poi pochi gg fa mi ha detto "oh mi si è agg da solo a 1709 e ora va" .... MIRACOLO M$ (la prima volta che ne risolve una :trollface: )

DeeoK

Io in ufficio uso Linux, ma c'è un sacco di gente, non tecnica, che usa Windows, anche in versione Home, perché magari il pc è usato solo per le mail.
È vero che non andrebbe usato, ma si sa, Windows Pro costa quindi si usa comunque quello. Fosse per me tutti quei pc finirebbero per usare Linux e Microsoft si ritroverebbe con un bel calo di utenze.
Ma al di là di questa digressione, il fatto che sia la versione Home non significa che debba avere una gestione 1diota degli aggiornamenti che a casa, se hai una 7Mega, non è che ti diverti con Windows.

Savio

Ho un vecchio notebook aggiornato a win 10 1709 con una fatica immane. Ho dovuto aggiornare per non stare sempre a chiudere l'aggiornamento alla versione 1709. Peggio di un virus, il programma di aggiornamento partiva in automatico nonostante l'avessi nascosto con il programma di microsoft, che dunque non serve a nulla. Ora ho una miriade di conflitti hardware e il wifi non funziona, mentre con la precedente versione tutto perfetto. Sarei rimasto volentieri con quella precedente ma era insopportabile davvero ...partiva con l'aggiornamento senza poter fare nulla, solo chiuderlo terminando con gestione attività. Quasi quasi a questo punto torno alla versione 1607.

Carlo

ottima analisi davvero, meno male che c'è anche chi riporta la sua esperienza sul campo e non parla per sentito dire o, peggio ancora, per fare disinformazione! + Amen e - Federico! :D

Amen

La fascia oraria è una cosa che si può modificare in DIECI SECONDI! Un conto sono gli utonti che usano solo Facebook e non sanno neanche a cosa serve l'icona con l'ingranaggio, ma se tu hai anche solo un minimo di conoscenze informatiche dovresti controllare le impostazioni di Windows (e di tutte le app) a prescindere. Se ti rifiuti di perdere 10 secondi di tempo per cambiare l'orario pur sapendo che e come si può fare, ti meriti che il PC si riavvii ogni volta che stai facendo qualcosa.

Carlo

Win home - lavoro è un connubio totalmente errato. Vedi, non ci siamo proprio. Tu sei informato e usi una versione consumer in ufficio, figuriamoci che disastri possono fare quelli che ne sanno ancora meno. Una regola ci deve sempre essere ed uguale per tutti, altrimenti è il caos. E se proprio sta cosa ti da tutto sto fastidio, volendo, uno può puntare sulla versione LTSB (Long Term Servicing Branch), li gli aggiornamenti non ti darebbero più fastidio... :D

Amen

Non è vero che una macchina con Windows 10 ha prestazioni inferiori di una con Windows 7, i due sistemi in quanto a prestazioni sono molto simili e in alcuni casi Windows 10 è addirittura più leggero, basta configurarlo a dovere ed eliminare il superfluo. Alcuni PC su cui ho installato Windows 10 sono letteralmente rinati e diventati più veloci e fluidi di quando erano nuovi con sopra Windows 7 pulito. Il discorso dei dischi meccanici non c'entra niente, non è che per usare Windows 10 devi avere per forza un SSD. Il problema più che altro è il filesystem NTFS, indipendentemente dalla versione di Windows, quello sì che è obsoleto, sotto questo punto di vista è 10 volte meglio Linux con ext4. Io confidavo in ReFS, peccato che sia finito nel dimenticatoio.
Comunque io sono un tecnico che aggiusta PC dei privati, non mi occupo di aziende, ma credo che l'ultima volta che ho visto una stampante con la porta parallela sia stata non meno di 10-15 anni fa, a parte un paio di casi isolati. A volte sono stato in aziende, ma per fortuna non avevano macchinari non così obsoleti. Poi vabbè, io sono dell'idea che sia la carta in sé ad essere obsoleta e mi auguro davvero che entro qualche anno verrà abolita del tutto per passare al digitale, non ha più senso in futuro continuare a stampare, ma questo è un altro discorso.
Per quanto riguarda Windows Update, fidati, è molto più facile che si blocchi quello di Windows 7 rispetto a quello di Windows 10. Ogni volta che installo Windows 7 (pulito e con la ISO originale scaricata dal sito ufficiale) devo perdere come minimo tutto il pomeriggio ad aggiornare e riavviare più volte e si blocca sempre tutto. Con Windows 10 mi è successo solo un paio di volte e, nel caso, basta cancellare la cartella C:\Windows\SoftwareDistribution e riprovare, nel 99% dei casi poi funziona tutto.
Con questo non voglio dire che tutte le aziende dovrebbero abbandonare Windows 7 e passare a Windows 10, ci mancherebbe. Per le aziende è sempre meglio puntare sulla stabilità piuttosto che sulle novità, sono il primo a dirlo e ho anche fatto l'esempio dei server con Debian (che ha pacchetti vecchi ma sicuramente funziona bene e non da problemi). Il mio obiettivo era semplicemente sfatare il mito che Windows 10 è incompatibile con i nuovi software e hardware e che da problemi con gli aggiornamenti, perché oggettivamente non è vero, il 99% degli utenti che sostiene il contrario ha qualche problema al suo PC e da la colpa a Microsoft.

DeeoK

No, secondo me l'auto aggiornamento forzato non è una soluzione.
Mi starebbe anche bene che di default lo faccia (mi pare che W7 fosse così) ma su W10 Home non puoi nemmeno disabilitare gli aggiornamenti e fino a pochi mesi fa non potevi nemmeno impostargli la connessione a consumo. Qui a lavoro siamo dovuti venire di sabato per aggiornarli tutti perché Windows intasava la rete iniziando a scaricarsi GB di roba con impostata la priorità al massimo.
Per quel che mi riguarda dovrebbe esserci sempre e comunque l'opzione per la gestione manuale. Magari non di default così l'utente medio si becca quelli automatici e se vuole cambiare accende il cervello.

The_Th

ma win10 va bene anche per l'inesperto...
con win 7 il rischio che si trovi un osso dopo qualche tempo è abbastanza alto, win10 va molto meglio...

Carlo

ecco, pensa se non avesse nemmeno quelle... :)
dai su, mi hai capito, puoi avere tutte le ragioni del mondo, può darti fastidio che si aggiorni da solo, ma non c'è altra soluzione (o almeno io non la vedo...).

DeeoK

Quello che deduci non mi interessa. Per quel che ho visto W10 è presente in ambito aziendale. Che poi ci siano ancora tantissime aziende con W7 non lo metto in dubbio.
La realtà dei fatti è che l'utenza è talmente ignorante e disinteressata che non sarà certo l'avere le ultime patch di sicurezza a tenere al sicuro i pc Windows.

O_Marzo

Assolutamente d'accordo!

O_Marzo

E quindi, niente aggiornamenti?

ferragno

si

Carlo

eh no eh, qui metà dei commenti dicono che win 10 a livello aziendale non vende nulla di nulla, ci sono espertoni pronti a spergiurare che nessuna azienda degna di nota utilizzi ad oggi win 10, quindi devo dedurre che parliamo quasi esclusivamente di utenza consumer che risulta anche essere la meno esperta.
Il tuo discorso di principio va anche bene, avere utenti più edotti sarebbe una meraviglia, ma cozza con la realtà dei fatti...

skorpion83

Grazie, avevo già aperto quel link.

skorpion83

Perdona l'incompetenza, devo scrivere "msconfig" nella barra di ricerca?

DeeoK

Io la parrocchia l'ho cambiata da un pezzo. Windows lo uso solo occasionalmente a lavoro e per giocare.
Per tutto il resto la risposta è sì: è l'utente che deve aggiornare.
Questo approccio stile Apple serve solo a creare un'utenza ancora più ignorante con il risultato che più si va avanti e meno l'utente sa cosa stia usando.
Che poi, faccio notare che di quei 600 milioni di pc parecchi sono pc aziendali e gli aggiornamenti sono gestiti da politiche apposite. I restanti sono pc domestici di utenti che andrebbero sensibilizzati, non resi ancora più pigri.
Che poi pure su Android funziona come ho detto io e non mi sembra che ci siano forum pieni di gente che gridi allo scandalo. Sono abbastanza sicuro che pure su Mac il funzionamento sia identico.

Carlo

ma in 3 anni che uso Win 10 su pc aziendali e quello di casa, non mi è mai successo che l'aggiornamento si avviasse da solo. Si aggiorna quando spengo il pc e non mi ha mai e poi mai dato problemi. Oh, poi sarò fortunato io, sarete sfortunati voi, tutto è possibile, ma di sicuro non si può lasciare l'utente libero di decidere, pena vulnerabilità mai risolte dell'OS che finirebbero col diventare un disastro mondiale. Altre modalità a me non vengono in mente, quindi nemmeno saprei come potrebbero sistemare la cosa!

Carlo

beh ma c'è anche l'opzione che se una cosa non ti va bene, spicchetti, metti le tue cosine nella scatola e cambi parrocchia, no? Ci hai mai pensato? L'utente NON può decidere quando aggiornare perché l'utente non sa nemmeno cosa sia l'aggiornamento. Ma possibile che non riusciate mai ad avere una visione d'insieme delle cose? Ad oggi oltre 600 milioni di PC eseguono quotidianamente win 10, secondo te, quanti di questi utenti sanno di cosa stiamo parlando? Se fosse impostato come dici tu ad oggi i 3/4 dei pc nel mondo sarebbero fermi alla prima release del 2015, piena di bug: sai che succederebbe? Che sarebbero tutti qui a lamentarsi che W 10 è una groviera piena di bug. Inoltre, cosa non da poco, ti sfugge il fatto che gli aggiornamenti non siano solo relativi a nuove features dell'OS ma anche e soprattutto sono aggiornamenti di sicurezza che sistemano le eventuali vulnerabilità del sistema. Vogliamo davvero lasciare l'utente inconsapevole di tutto ciò in balia degli eventi perché una qualche decina di utenti da bl0g si lamenta che gli aggiornamento sono forzati? Ripeto di nuovo: se secondo te win 10 NON è un OS decente, evidentemente c'è di meglio (altrimenti con cosa lo stai confrontando?). Perché quindi ti auto punisci usandolo se puoi trovare ciò che invece fa per te? Non è una domanda polemica, però davvero non capisco cosa vi spinga ad usare un OS che vi porta soltanto a lamentarvi...

ErCipolla

Ti do pienamente ragione sull'importanza di avere il sistema aggiornato, ma non si può mediare? Ad esempio: forzarne l'installazione, ma solo allo spegnimento/riavvio non sarebbe già un buon compromesso? Invece che interrompere di botto quello che sto facendo? Non penso che l'ut0nto medio abbia chissà che sistemi server che tiene accesi per mesi e mesi...

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Tutte le novità di Windows 10 1803 "April 2018 Update"

Guida Acquisto: i migliori Notebook, Ultrabook e 2-in-1 | #NATALE 2017

Windows 10 1709 Fall Creators Update disponibile: tutte le novità