Windows 10 su ARM: nuovi indizi da Geekbench

14 Novembre 2017 248

Microsoft, insieme alla sua rete di partner, è al lavoro per portare sul mercato i primi dispositivi Windows 10 basati su architettura ARM. Non sorprende, quindi, la diffusione in rete dei primi benchmark che riguardano proprio tali device. Esplorando il ricco database di Geekbench, si può notare, ad esempio, la presenza di più test della piattaforma Qualcomm CLS. Il benchmark non dà conferma esplicita, ma potrebbe trattarsi di un reference design basato sul SoC Snapdragon 835.

I dispositivi sono equipaggiati con un generico processore octa core da 1.9/2.2 GHz, dotazione di RAM pari a 4GB o 8GB, e sistemi operativi Windows 10 S e Windows 10 Pro. In senso assoluto, i numeri esibiti nel test non fanno gridare al miracolo ed appaiono inferiori a quelli registrati, in media, dai dispositivi Android dotati di analogo SoC. Per avere un parametro di riferimento, il punteggio più elevato registrato è stato pari a 1202 in single core e a 4263 in multi-core (un Android di fascia alta con SD835 si attesta mediamente sui 2000 in single e 7000 in multi).


Trattandosi di dispositivi di test, è bene non dare un valore assoluto ai risultati emersi nel benchmark, limitandosi a prenderli in considerazione come ennesima testimonianza di un progetto che va avanti. A tal proposito può esser utile ricordare che nel database di CarePack di HP sono già state avvistate due varianti di notebook da 12" con SoC Qualcomm Snapdragon 835 e Windows 10. Stando alle precedenti dichiarazioni ufficiali di Microsoft e dei partner - tra cui figura anche la citata HP - i primi terminali Windows 10 dovrebbero raggiungere il mercato entro la fine dell'anno, ma il CES di Las Vegas potrebbe rappresentare il palcoscenico adatto per portarli all'attenzione del grande pubblico.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 609 euro.
Apple Iphone 7 128gb Red Rosso è disponibile da puntocomshop.it a 619 euro.

248

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ice.man

alla fine le tecnologie che stanno sotto alla traduzione del codice sono simili ed eventualmente protette da brevetto pure loro, da qui le minacce di Intel
per cui staremo a vedere

Bach05

Ci vorrebbe Windows sull'A11 di Apple qua a smuovere gli animi.

Bach05

Con i Core m che costano minimo 200 dollari... spererei siano in costi relativamente più bassi degli attuali.

B!G Ph4Rm4

Appunto, non si tratta di emulazione, ma di traduzione al volo e salvata poi come cache per i futuri utilizzi

ice.man

More specifically, Microsoft planned to run full Windows 10 on the
Qualcomm Snapdragon 835 processor and support 32-bit legacy x86 programs
through an emulation layer. This emulation layer will be based on
Windows on Windows (WoW) virtualization. Microsoft ported their Windows
Mobile operating system running on ARM for many years, but only for
smartphones.
Microsoft’s Windows 10 port to ARM’s 64-bit ISA will have the same
legacy code issues for x86 programs. In order to run x86 desktop
applications on the Qualcomm Snapdragon 835, Microsoft needs a layer of
software that can translate x86 code on-the-fly from the old apps into
ARM instructions. This should eliminate the chief complaint against
Windows RT – that it could not run legacy x86 apps. Microsoft has not
released all the details of the emulation layer, other than to say it is
based on WoW virtualization. In addition, the Microsoft emulator only
supports 32-bit x86 applications, not 64-bit (x64) applications,
although most mainstream PC applications come in both 64-bit and 32-bit
versions.

Domenico Belfiore

Ti sbagli con mm riesco tranquillamente a gestire tutto senza rallentamenti ovviamente il multitasking scordiamocelo ma tutto gira fluido

Domenico Belfiore

Esatto ma Windows phone non conta più

Gabriel #JeSuisPatatoso

Beh hyper-v funziona bene, ai tempi andava meglio un 939 con le app Android di un G3 (complice l'assenza di tutta la robaccia di Google e Android liscio), ma è una soluzione un po' pacchiana. Purtroppo MS non riesce a incentivare gli sviluppatori, alla fine con SW scritto bene spesso e volentieri basterebbe poco più di una ricompilata. Vedremo, nella fascia dei 500 euro dei simil surface con Snapdragon 835, tanta batteria, Office e qualche chicca per la multimedialità farebbero faville tra rappresentanti, venditori e studenti, ma solo se proposto ad un prezzo simile.

manu1234

si ma vorrei farti notare che windows è leggermente più complesso di qualsiasi distribuzione Linux, a partire dall'interfaccia. ricordo anche le dx sono parte del codice sorgente win, il windows runtime, i win32, edgehtml e chakra, minimo che pesi così tanto, non è di certo il kernel a fare la differenza. per farti notare, windows 10 iot core che ha comunque win32, winRT e anche una shell pesa 1gb

ale

I microkernel (o kernel ibridi, i microkernel non hanno mai avuto successo fuori dall'ambiente accademico, beh se non MINIX che dall'oggi al domani scopriamo tutti avere embeddato nei chipset Intel, ma è un altro discorso) hanno più livelli di astrazione invece, il kernel monolitico è un blocco unico, ogni modulo vede tutta la memoria, ogni modulo modifica lo stato globale, non ci sono insomma layer aggiuntivi e simili, questa è ovviamente una debolezza perché lo rende meno sicuro e potenzialmente meno stabile (qualsiasi modulo fa un operazione scorretta e manda in panic tutto) ma rende il tutto leggerissimo, se pensi che una build di Linux targettizzata per uno specifico hardware (ovviamente solo con i moduli che servono) meno di 1 mega. Che è il motivo di successo in device embedded con qualche MB di flash.

Comunque per dire, ho appena guardato e su debian il pacchetto linux-image-4.13 che è il kernel con anche tutti i moduli compresi quelli che non userai mai (tipo driver di GPU che non possiedi) scompattato secondo apt pesa 200Mb circa, tutto, il binario principale meno di 10Mb, Windows che non include di per se i driver se non quelli basilari dato che vengono installati a parte pesa sicuramente di più se fai il conto di tutte le .ddl del kernel che ci sono sparse in giro per il sistema. Ovviamente non si possono fare esatti ma a spanne.

Poi se pensi che tutto il codice sorgente di Windows (compresa ovviamente userspace e quindi desktop e tutto) pesa qualche centinaio di GB, per ammissione di MS stessa, e se prendi tutti i sorgenti di una distribuzione Linux ossia il kernel e tutti pacchetti comunemente installati, Gnome e tutto il software che trovi per dire comunemente in Ubuntu peserà di sorgenti neanche 10Gb capisci le proporzioni.

TurboCobra11

Allora mi sa che dobbiamo metterci comodi

TurboCobra11

Windows desktop più pesante di Android, Android più pesante di Windowsphone, è questa la sequenza

TurboCobra11

Speriamo che arrivi anche qualche dispositivo da 5,5 pollici con un interfaccia apposita, visto che la parola smartphone non si può dire

manu1234

guarda che i microkernel hanno meno livelli di astrazione. è vero, windows ha lo stack della gpu nel kernel ma in ogni caso non è minimamente più grande di quello Linux

B!G Ph4Rm4

Con le versioni più recenti non riesci assolutamente

Dialogatto

Nova Young 2/16gb device dal costo contenuto e dalle prestazioni buone se non si pretende 150k antutu, per un entry level 2/16gb bastano, mid-range 3/32 direi e top 4-6/32-64gb ... cosi la vedo io.

ale

10k di righe di codice ? Ma pure il blocco note avrà più righe di codice!

I microkernel (che poi Windows è ibrido, non è microkernel puro perché avrebbe performance scarse) è più grosso perché hai più livelli di astrazione, quindi a maggior ragione dovrebbe pesare di più. Se pensi poi che Windows ha tutta la gestione dalla GUI inclusa nel kernel, quando su Linux è (oddio, era oramai) un processo userspace, come può essere più leggero ?

Per dire la prima versione di Linux, che girava solo su un 486 e non supportava ne la grafica, ne il networking, ne niente, praticamente ti faceva girare una shell testuale e basta, aveva circa 10.000 righe di codice.

Così tanto assembly non lo scrivi, perché è inutile, con il C puoi agire a basso livello tanto uguale senza problemi, non ci sono operazioni che puoi fare in assembly che in C non puoi. L'unico motivo è ovviamente perché devi usare l'assembly per passare da real mode a 16 bit in modalità protetta, dopo che hai fatto quello usi il C e basta.

Ezio

curioso di vedere i prezzi di questi nuovi dispositivi

Luke_Friedman

Il minimo indispensabile ad oggi per Android è 2 GB di memoria, Uguale a Windows, e in entrambi in casi si hanno problemi.

Domenico Belfiore

Ti invito a provare mi4 (da cui ti scrivo)

Domenico Belfiore

Basti vedere mi4 e lo dico da possessore della versione 2/16gb

manu1234

guarda che è così eh

Domenico Belfiore

Credici

B!G Ph4Rm4

Mmh, capito

B!G Ph4Rm4

Android decentemente su 1-2 GB di RAM è una parola molto grossa, ma tanto eh

manu1234

android con 1-2 gb neanche si accende a momenti....

manu1234

cobalt è più veloce di quel che pensi. essendo un jit compiler è veloce praticamente quanto un interprete JavaScript o il ryujit di net core

Domenico Belfiore

Ma dove quando mai Android a sistema pulito senza app installate persa 4-5gb contro i 10gb o più di Windows (senza contare gli annessi aggiornamenti) poi android riesce a girare su 1-2gb di RAM più che decentemente mentre Windows Arranca e per andare decentemente senza impuntamenti minimo 4gb richiesti cmq ridadisco su due sistemi usati in ambiti diversi ogni uno con una propria gestione delle risorse e con scopi diversi

B!G Ph4Rm4

Ma per forza devono salvarlo da qualche parte senno sarebbe pesante da eseguire ogni volta, almeno hai tutto pronto e il passaggio è quasi trasparente, poi penso dipenda da caso a caso, più chiamate vengono sostituite più sarà lento il primo "avvio"

manu1234

esatto. dopo non posso esserne sicuro sul fatto che rimanga anche dopo che si è spento il pc, ma potrebbe essere

B!G Ph4Rm4

Quindi la cache viene salvata su disco, e quindi quando riapri il programma deve essere ricaricato da disco, poi va in RAM giusto?

Quindi al primo avvio è un po' più lento poi quando continui ad usarlo hai prestazioni native

Leslieeeeee

Secondo Android è più pesante di Windows

manu1234

in realtà ART prende il bytecode java e lo traduce in nativo. qui sostituiscono le chiamate la prima volta e poi salvano il risultato in cache (penso anche dopo che si sia spento il pc)

Domenico Belfiore

Un po', ma sin da subito ho ribadito che non sono comparabili dato che Hanno gestioni delle risorse diverse

B!G Ph4Rm4

Ma WoA non esegue una compilazione del codice del programma traducendolo la prima volta e permettendogli poi di girare in maniera nativa tutto il resto del tempo?

Tipo ART per capirci

B!G Ph4Rm4

Questi test sono indipendenti dall'OS

B!G Ph4Rm4

Non c'è emulazione infatti da quel che ho letto

Alexv

Dobbiamo aspettare i bench di Windows 10 x64, il 32 bit neanche può usare tutta la RAM.

Davide

l'utente tipo di WoA usa solo il browser e l'app di Netflix

floc

mi era partito un invio, hai letto forse 1/5 del post

manu1234

io ragiono sulla carta e tu te ne esci con "se intel si sveglia"
ah beh

floc

io sono abituato a ragionare a livello pratico, non sulal cae a livello pratico io ho ragione e tu hai torto, l'ipotesi che qualcomm lo metta i nquel posto a intel è una follia che può pensare solo chi ragiona sulla carta senza pensare che se intel domani si sveglia

Tom Smith

Ti sei autocontraddetto

b4rb0

secondo me si sono c4gati addosso quando intel a minacciato il mondo intero di fargli causa per l'emulazione x86 e hanno rallentato tutto

manu1234

di certo non sei uno che sa di quel che parla se non sai neanche che Risc in emulazione va molto meglio di cisc e che il motivo per cui fin'ora mancavano soc server con arm è di potenza, non di efficienza. infatti adesso Qualcomm lo sta per mettere in quel posto ad intel

floc

sbagli ancora, non sono un impiegato.

manu1234

si va bene, hai ragione tu, abbiamo l'impiegato del mese gente

floc

esistono tablet android con tastiera e mouse. Basta comprarli e andare oltre il pensiero che con android si debbano spendere 200 euro al massimo.

floc

libre office (o comunque tutte le alternative, fisse o mobili) hanno innanzitutto l'handicap dell'interfaccia, diversa dall'office che usano tutti, e quindi sono semplicemente scomodi per l'utente comune, e anche per me onestamente, motivo per il quale sono ben contento di usare la suite microsoft che invece su android non ha limiti. Inoltre visto che al 90% si ha a che fare con file provenienti dalla suite microsoft hanno spesso problemi con formattazione su word, formule con excel (nomi diversi, comportamenti diversi) e già da sole queste cose sono sufficienti ad ammazzarle.

Quanto all'emulazione adesso ho la consapevolezza che parli di cose che non conosci, quindi è inutile proseguire. La fortuna di arm lato server è dovuta soltanto alla sua efficienza energetica sui carichi medi, quelli che può avere un web server ad esempio, in ambito virtualizzazione sia la potenza sia l'efficienza energetica della virtualizzazione x86 sono decisamente superiori (anche perchè vmware su arm non esiste), non a caso nel settore HPC arm praticamente non esiste commercialmente.

Domenico Belfiore

Si ma a parte questo la pesantezza influisce anche, e cmq resta il fatto che stiamo mettendo a confronto 2 os uno pensato per PC e server l'altro pensato per smartphone quindi due ambiti diversi non confrontabili tra loro

Guida Acquisto: i migliori Notebook, Ultrabook e 2-in-1 | #NATALE 2017

Windows 10 1709 Fall Creators Update disponibile: tutte le novità

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video