Windows 10 1709 Fall Creators Update disponibile: tutte le novità

17 Ottobre 2017 1072

Microsoft ha appena annunciato che la distribuzione del nuovo feature update di Windows 10 partirà oggi alle 19:00 ora italiana. Si chiama Fall Creators Update. Si può considerare, come suggerisce il nome, come il completamento del Creators Update uscito questa primavera: alcune delle novità rimandate a quel tempo compaiono qui, come la funzionalità Persone; altre sono finalmente mature e pronte all'uso, come la Windows Mixed Reality.

Se a livello di novità macroscopiche è forse l'update meno corposo finora, il costante e dettagliato lavoro di rifinitura portato avanti da Microsoft lascia la sensazione di trovarsi davanti a un sistema operativo che ha ormai raggiunto definitivamente la maturità. La fluidità è migliorata, e sono sempre meno le imperfezioni grafiche e le inconsistenze di design che si incontrano durante il normale utilizzo.

In questo articolo raccogliamo tutte le novità principali e secondarie, e vi segnaliamo alcuni dei fix più importanti. Per chi ha fretta e cerca informazioni su un'area specifica, abbiamo preparato un comodo indice. Per tornare all'inizio basta premere il pulsante Back del browser.

Come si installa e info tecniche

Prima di iniziare, rispondiamo subito ad alcune domande pratiche; in particolare come installarlo e quando arriverà. Con Windows 10, Microsoft ha adottato un sistema di distribuzione degli aggiornamenti a scaglioni. Questo minimizza l'impatto di eventuali bug gravi mai emersi prima, e permette alla società di reagire più rapidamente in caso di problemi.

Ciò significa che l'aggiornamento sarà disponibile da oggi, questo sì, ma potrebbero volerci svariate settimane - anche un paio di mesi - prima che arrivi a chiunque. Come per tutti gli altri update, quando sarà disponibile comparirà automaticamente una notifica nel Centro Notifiche; l'installazione si potrà eseguire attraverso Windows Update.

Come velocizzare l'aggiornamento

È possibile forzare la ricerca di aggiornamenti su Windows Update da Impostazioni (Aggiornamento e sicurezza > Windows Update), ma questo sistema non ha sempre esito positivo. In alternativa, è possibile procedere con qualche software aggiuntivo - sempre di Microsoft, s'intende.

QUI potete scaricare sia l'Assistente Aggiornamento, che forzerà l'installazione dell'ultima versione possibile del sistema, sia il Media Creation Tool che permette di eseguire una cosiddetta "installazione pulita" tramite ISO. Quest'ultima è da considerarsi l'opzione più "estrema" - permette di partire con il sistema come se fosse appena uscito dalla fabbrica, ma è il più lungo e laborioso, e si rischia di perdere qualche dato personale.

Per chi preferisce usare tool di terze parti come Rufus, utili magari in caso di configurazioni multi-boot particolarmente avanzata, da poche ore sono disponibili i link al download diretto delle ISO - ufficiali, naturalmente, direttamente dai server di Microsoft. Basta cliccarci sopra e il download partirà istantaneamente:

Come ritardare l'aggiornamento

Tutte le prime versioni di un grosso aggiornamento, indipendentemente dal software e dalla piattaforma, sono particolarmente soggette a bug - a volte anche gravi. Perciò Microsoft offre agli utenti più prudenti con Windows 10 Pro la possibilità di aspettare qualche settimana che il sistema si stabilizzi.

Basta andare in Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update > Opzioni Avanzate. Da qui può decidere per quanti giorni rimandare gli aggiornamenti delle funzionalità (fino a un anno intero), gli aggiornamenti di sicurezza (fino a un mese), oppure sospenderli tutti quanti per 35 giorni.

Riassunto numeri e definizioni

  • Versione di Windows 10: 1709 (anno e mese di sviluppo)
  • Ramo di sviluppo: Redstone 3 o RS3
  • Nome commerciale: Fall Creators Update
  • Numero build di Windows 10: 16299
  • Presentazione: 11 maggio 2017
  • Disponibilità: da martedì 17 ottobre 2017
Persone

Persone è una nuova funzionalità pensata per incentrare l'esperienza d'uso sui contatti, invece che sulle applicazioni e sui file. Era stata annunciata inizialmente per Windows 10 1703 Creators Update, ma poi rimandata per questioni di tempo.

Al primo avvio del Fall Creators Update, comparirà nel system tray una nuova icona che permetterà di aggiungere un massimo di tre contatti alla taskbar dalle app supportate - al momento Skype, Posta (Outlook) e Contatti.


Cliccando su un contatto sarà possibile comunicare (o condividere file) da un semplice e discreto menu popup senza bisogno di aprire l'app di riferimento. Quando un contatto aggiunto alla Taskbar invia un'Emoji, questa comparirà animata direttamente sopra alla Taskbar (si può disattivare, volendo).


Il successo di Persone dipende molto da quanti sviluppatori decideranno di adottarlo nelle loro app. Al momento non c'è alcun caso noto, ma l'aggiornamento deve effettivamente ancora essere lanciato. Capiremo meglio l'interesse nei prossimi mesi.

Windows Mixed Reality

Tecnicamente la Windows Mixed Reality era già disponibile da Windows 10 1703, ma è solo con il Fall Creators Update che fa il suo ingresso ufficiale sul mercato. Proprio oggi, tra l'altro, iniziano le vendite al dettaglio dei visori Windows Mixed Reality dei partner hardware di Microsoft, tra cui Dell, Samsung, Acer, ASUS e altri ancora - almeno negli Stati Uniti. In Italia non abbiamo ancora informazioni dettagliate da parte di Microsoft.


Noterete la nuova app Portale realtà mista, tramite cui sarà possibile eseguire la shell VR studiata appositamente da Microsoft. Per eseguirla ci sono alcuni requisiti hardware da soddisfare, che verranno controllati automaticamente dall'applicazione al suo primo avvio. Per chi vuole partire preparato, ecco i dettagli, come riportato sul sito del supporto di Microsoft (in inglese); la versione condensata è che serve un PC piuttosto potente e recente.

Windows Mixed Reality Ultra Windows Mixed Reality
OS Windows 10 Fall Creators Update Home, Pro, Business, Edu
CPU Intel Core i5 4590 (Haswell), quad core
AMD Ryzen 5 1400 3.4 GHz (desktop)
Intel Core i5 7200u (Kaby Lake) dual-core con Hyper-Threading
RAM 8 GB, DDR3 8 GB, DDR3 Dual Channel
Spazio 10 GB
GPU GTX 960/965M/1050 con DirectX 12
AMD RX 460 con DirectX 12
Slot PCI-e 3.0 x4
Intel HD Graphics 620 con DirectX 12
Driver GPU Windows Display Driver Model 2.2
Porta GPU HDMI 2.0 o DisplayPort 1.2 HDMI 1.4 o DisplayPort 1.2
Display 800x600 pixel
USB 3.0 Type-A o Type-C
Bluetooth 4.0
Frame rate sui visori 90 Hz 60 Hz
File su richiesta

I File su richiesta di OneDrive sono finalmente tornati. Presenti e apprezzati da molti in Windows 8 con il nome di Placeholder, erano stati ritirati all'arrivo di Windows 10 con la promessa di tornare più semplici, intuitivi e comprensibili.

I file presenti su OneDrive vengono visualizzati in Esplora Risorse indipendentemente dalla loro presenza o meno sull'hard disk locale; la colonna Stato indica se sono disponibili in locale, su cloud o se sono in fase di sincronizzazione. In caso di visualizzazioni senza dettagli, si usa come riferimento l'icona che precede il nome file:

  • Una nuvola azzurra indica un file disponibile online.
  • Una spunta verde con sfondo bianco indica un file online scaricato per la modifica.
  • Una spunta bianca con sfondo verde indica un file sempre disponibile offline.

I file, anche quelli online, possono essere aperti e modificati (da ogni tipo di app, sia Win32 sia UWP) come se fossero in locale; basta farci doppio click sopra come si farebbe normalmente. Di fatto vengono scaricati prima dell'apertura. L'ovvio vantaggio è che, fino a quel momento, non occupano spazio; dopo la modifica rimangono disponibili offline finché l'utente non li elimina (tasto destro > Libera spazio).

Per i documenti più importanti è possibile richiedere di averli sempre disponibili, attraverso il menu contestuale (tasto destro). L'opzione è disponibile anche per cartelle intere.

I File su richiesta dovrebbero essere abilitati in automatico nel Fall Creators Update se eseguite un'installazione "pulita". Per tutti gli altri casi, è possibile trovare l'impostazione dedicata nelle impostazioni di OneDrive - prima scheda, ultima sezione in basso. Potete sviscerare nel dettaglio i paradigmi di funzionamento della funzionalità grazie a QUESTA pagina, in italiano, sul sito di Microsoft.

Integrazione con smartphone Android e iOS

Con l'avventura Windows Phone/Windows Mobile ormai al capolinea, Microsoft ha deciso di concentrare i propri sforzi sull'integrazione tra Windows e gli altri sistemi operativi per smartphone, ovvero Android e iOS. Nelle Impostazioni c'è una nuova sezione Telefono che permette di collegare il proprio dispositivo.

Non c'è una procedura vera e propria da completare. Attraverso questa sezione, Microsoft invia un SMS allo smartphone con un link per scaricare Microsoft Apps, da cui a sua volta è possibile scaricare tutte le app più importanti della società. Una delle novità più interessanti è "Continua su PC", che da Android si usa con il nuovo Microsoft Launcher, mentre su iOS con un'app dedicata.

L'idea è di completare su PC dei task iniziati su smartphone; per ora, si può solo condividere una pagina Web da smartphone e lanciarla praticamente all'istante sul browser (Microsoft Edge, naturalmente) di qualsiasi PC collegato all'account Microsoft. Chi usa Microsoft Launcher può anche mandare ai PC foto e screenshot scattati di recente, sfruttando OneDrive.



A parte ciò, la sezione non permette di fare molto, a parte decidere di rimuovere un device dalle notifiche sincronizzate.

Attraverso Cortana, è inoltre possibile ricevere notifiche di chiamate e messaggi in arrivo da qualsiasi app (quindi anche, per esempio, WhatsApp), ma purtroppo in Italia questa funzione è un po' off-limits. Cortana per Android e iOS non è ufficialmente disponibile da noi: su Android si può ovviare con l'installazione manuale dell'APK, mentre su iOS servirebbe il jailbreak.

Fluent Design e UI

Noto fino a qualche mese fa con il nome in codice di Project NEON, il Fluent Design è l'ambizioso tentativo di Microsoft di svecchiare definitivamente lo stile di Windows. La società prevede che il processo di transizione sarà piuttosto lungo, e interesserà un buon numero di aggiornamenti del sistema.

Con il Fall Creators Update, Microsoft ha implementato prevalentemente l'effetto di sfondo traslucido Acrylic, e Reveal, una nuova grafica per evidenziare i contenuti cliccabili in corrispondenza del mouse, in diverse nuove aree del sistema - Start, per esempio, e il Centro Notifiche. Quest'ultimo, tra l'altro, è stato ridisegnato praticamente da zero.


Sistema operativo a parte, il Fluent Design è arrivato anche su diverse app preinstallate (o Inbox Apps, come le chiama Microsoft); tra questi la calcolatrice, Mappe, Foto, Edge, Groove e diverse altre ancora. Maggiori dettagli sul Fluent Design si possono trovare nel nostro articolo di approfondimento.


Tra le altre novità di interfaccia, vale la pena segnalare le nuove scrollbar nelle app UWP. Si rimpiccioliscono fino a diventare una linea non appena il mouse viene allontanato. Inoltre, le notifiche toast hanno un nuovo stile, e rimangono ancorate nell'angolo in basso a destra dello schermo.

Si eliminano - o meglio, si spostano nel Centro Notifiche - usando una piccola freccia invece che una X, più intuitiva e coerente. Anche le Windows Update usa ora le notifiche toast per segnalare la disponibilità di un nuovo aggiornamento, in modo da non interrompere il lavoro.


In Esplora Risorse, è arrivata una nuova voce nel menu contestuale dedicata alla condivisione, mentre l'esperienza di condivisione di URL e link è stata arricchita con la possibilità di copiarli direttamente nella clipboard. Inoltre, è ora possibile avviare la procedura di recupero di password e PIN direttamente dal Lock Screen. Prima era necessario usare un altro dispositivo.


La Luce Notturna è stata ulteriormente rifinita:

  • Ora il servizio funziona anche se ci si disconnette da un display in mirroring.
  • Risolto un problema di disattivazione automatica della Luce notturna se questa era stata attivata manualmente e il device entrava e usciva dallo stato di alimentazione S3.
  • L'animazione di attivazione della Luce notturna è ora molto più rapida se c'è stato un riavvio del sistema quando era attiva o se viene attivata manualmente.
Input: Tastiera touch, Emoji e penna

Le novità principali in questo ambito sono il nuovo pannello Emoji e l'arrivo della tanto apprezzata tastiera touch di Windows Phone e Windows Mobile. Il pannello Emoji si può attivare per ora solo con la tastiera impostata in lingua inglese, usando la combinazione dei tasti WIN e . (punto). C'è anche WIN+; (punto e virgola), ma è un tasto che nel layout italiano non esiste, quindi al momento non sappiamo quale sarà la corrispondente.

Il pannello permette di inserire emoji con grande facilità anche usando solo la tastiera, usando le frecce per la navigazione, il Tab o Shift+Tab per cambiare categoria, Invio per inserire e Esc per chiudere il pannello.

Per cambiare il colore della pelle degli emoji è invece necessario ricorrere al mouse, cliccando sull'apposito pulsante in alto a destra; lo stesso vale per la ricerca, in alto a sinistra. Da notare che, con il nuovo pannello, debuttano anche gli Emoji 5.0: molte icone sono completamente nuove e molte altre sono state aggiornate.


Tra le funzionalità più interessanti della nuova tastiera touch, invece, vanno menzionate il suggerimento avanzato di parole, una sezione dedicata agli emoji più efficiente con scrolling continuativo e non pagine separate, modalità a una mano che sostituisce la vecchia tastiera separata, inserimento di parole stile Swype, e un menu delle impostazioni tutto nuovo e molto più completo.

C'è anche una modalità Windows Ink dedicata al pennino, in cui si scrive a mano libera e il sistema traduce in caratteri il nostro testo. È particolarmente avanzato e ricco di implementazioni intelligenti: per esempio, si può scrivere sopra al testo per apportare correzioni, oppure usare altre gesture per cancellare, unire, separare e barrare le parole.

Infine, in inglese e in cinese, è possibile anche invocare tasti speciali e comandi più avanzati - per esempio "premi backspace" o "cancella selezione" o "spostati dopo [parola]" o "vai al capoverso"


La nuova tastiera compare automaticamente quando non c'è una tastiera fisica collegata al dispositivo e il sistema è in modalità tablet.

Windows Ink in sé non ha ricevuto grosse novità, ma molte rifiniture tra cui una particolarmente interessante: la possibilità di fare scrolling verso l'alto/verso il basso usando la penna - per esempio per leggere le pagine Web, per scorrere l'elenco app in Start o per spostarsi nella galleria di Foto. Per il resto segnaliamo:

  • La scrittura con il dito è disattivata per default e va attivata manualmente, riducendo così il rischio di scrittura accidentale con il palmo della mano quando si usa la penna
  • La nuova voce "Trova la mia penna" permette di conoscere l'esatta posizione in cui eravamo l'ultima volta che l'abbiamo usata
  • La selezione via penna è ora più versatile: ci sono le "maniglie" trascinabili ai bordi della selezione, e premendo il pulsante della penna il contenuto selezionato si può trascinare.
Microsoft Edge

Le novità relative a Edge si possono definire secondarie se analizzate una ad una, ma viste tutte insieme rappresentano un gran bel passo avanti per il browser Microsoft. La maggior parte riguarda la gestione di file PDF ed EPUB, ma ci sono alcune eccezioni degne di nota: è possibile aggiungere i propri siti Web preferiti alla Taskbar, è supportata la modalità a schermo intero (F11), ed è arrivato il trasferimento di impostazioni e cookie da Chrome.


C'è inoltre Windows Defender Application Guard. È un ambiente che conferisce a Microsoft Edge un ulteriore strato di sicurezza, ed è pensato principalmente per l'ambiente aziendale. Va installato manualmente dalla pagina Aggiungi o rimuovi funzionalità di Windows; poi, una volta riavviato il sistema, basterà lanciare Edge e aprire dal menu una nuova finestra in modalità Application Guard.

Ulteriori affinamenti di Microsoft Edge comprendono:

  • PDF: è ora possibile compilare i form in questo formato e prendere appunti come già si poteva fare in qualsiasi altra pagina Web in Edge grazie a Windows Ink.
  • Sulla sinistra della toolbar dedicata ai PDF, è stato integrato un pulsante per mostrare la nuova tabella dei contenuti. C'è anche un nuovo pulsante per ruotare il documento, qualora l'orientamento predefinito non sia corretto, ed è possibile scegliere tra il layout a una pagina o quello a due. Infine, si può scegliere tra lo scrolling per pagina o quello continuativo.
  • PDF: aggiunta di più colori per le parti evidenziate del testo e il supporto all'opzione Ask Cortana.
  • Ebook: è possibile selezionare il testo e copiarlo o cercare informazioni attraverso Cortana e scrivere note con la penna attraverso Windows Ink (si possono richiamare semplicemente passando sopra al pulsante della nota, non c'è bisogno di cliccarlo).
  • Ebook: Tutta la collezione di libri viene ora sincronizzata tra tutti i dispositivi Windows 10 - incluse note, segnalibri e progresso di lettura.
  • Preferiti: la vista ad albero delle directory è visibile anche quando si salva un nuovo preferito, ed è possibile modificare manualmente gli URL di quelli già inseriti. Gli Amministratori IT, infine, possono preconfigurare il comportamento e la gestione dei preferiti attraverso i Criteri di gruppo.
  • Miglioramenti alla splash page con una transizione del colore più fluida tra le pagine Start e Nuova Scheda
  • E' ora possibile chiudere l'app Microsoft Edge direttamente utilizzando il pulsante di chiusura, anche quando viene visualizzato un dialog JavaScript. Analogamente, è sempre possibile chiudere l'intera finestra di Edge, e molti più comandi sono accessibili (preferiti, impostazioni...) quando c'è un prompt visualizzato.
  • E' stata aggiunta un'opzione "Aggiungi schede ai preferiti" tramite il menu contestuale attivabile con il tasto destro del mouse. Utilizzandola verrà creata la cartella Preferiti con tutti i siti aperti nel tab della finestra attiva
  • Sono state rese più fluide le animazioni di chiusura e di apertura dei tab sulla barra delle schede
  • E' stato migliorato il comportamento del ripristino sessione: quando una sessione multi-finestra di Microsoft Edge è ripristinata cliccando su un link (ad esempio, su una e-mail), la finestra in primo piano al termine del ripristino è quella contenente il nuovo link.
Avanzate, sviluppo e power user

Per gli enthusiast, i videomaker e gli appassionati di gaming la novità più importante sarà la possibilità di monitorare le prestazioni della GPU nel Task Manager, esattamente come accade già da tempo immemore per CPU, HDD e RAM. Il monitor offre quattro grafici diversi in base al tipo di compito che sta svolgendo la GPU, mentre più in basso ci sono i dettagli sull'utilizzo di RAM - dedicata e condivisa.


Su portatili, tablet e più in generale i dispositivi alimentati a batteria, è poi possibile impostare il livello di risparmio energetico tramite un nuovo slider inserito nel menu "flyout" che compare quando si preme sull'icona della batteria presente nel System Tray; inoltre, è possibile attivare lo spatial sound Windows Sonic dal menu contestuale dell'icona relativa all'audio.


La Barra di gioco e la Modalità gioco hanno ricevuto alcuni upgrade molto importanti:

  • Ora è disponibile nella Game Bar un pulsante per attivare o disattivare rapidamente la Modalità gioco.
  • È possibile catturare screenshot in HDR (e alla risoluzione nativa del gioco, quindi supportato anche 4K) dalla Barra di gioco; la possibilità di condividerli su Xbox Live arriverà presto. La trasmissione live delle partite non supporta, invece, né HDR né 4K.
  • Verranno anche salvate copie SDR in PNG degli screenshot dei giochi in HDR.
  • I cambiamenti di bitrate nei broadcast su Mixer (ex-Beam) sono ora più fluidi.
  • È ora possibile specificare la lingua in cui si parla nei broadcast di Mixer.
  • Migliorati ulteriormente i parametri di ottimizzazione della modalità gioco basandosi su configurazioni hardware più potenti, inclusi processori a 6 e 8 core.

Novità per sviluppatori e modding:

  • Supporto dei dispositivi seriali tramite il WSL: in pratica le porte COM di Windows sono direttamente accessibili da BASH.
  • Non è più necessario attivare la modalità sviluppatore per usare il sottosistema Linux.
  • Introduzione dei "checkpoint" nelle virtual machine di Hyper-V, grazie alle quali è possibile tornare a un precedente stato in caso di problemi di configurazione.
  • Aggiunto il supporto alle batterie virtuali su Hyper-V. Per vederlo, bisogna applicare la flag -Prerelease al cmdlet New-VM.
  • Possibilità di condividere rapidamente le proprie Virtual Machine.
  • Nuovo schema di colori per il prompt dei comandi: i nuovi colori rendono meglio sui monitor LCD/OLED di nuova generazione (il vecchio schema era nato con i CRT).

Altre miscellanee:

  • Nuovo sistema di limitazione potenza per processori Intel Core di sesta e settima generazione che consente di risparmiare fino all'11 per cento di batteria (QUI maggiori dettagli)
  • Sensore memoria è ora in grado di cancellare automaticamente i file scaricati dopo 30 giorni, e cancellare le vecchie versioni di Windows dopo un aggiornamento.
  • Nel Task Manager, la visualizzazione dei processi è raggruppata per app in una vista ad albero
  • Il mixer del volume permette ora di gestire individualmente il volume delle app (solo quelle UWP, però). Le app appaiono nel mixer solo quando iniziano ad emettere dei suoni.
  • Non è più necessario eseguire il logout da Windows per aggiornare l'aspetto delle applicazioni Win32 quando si modificano le impostazioni sui DPI

Per ragioni di sicurezza, da ora in poi il protocollo SMBv1 (quello che è stato sfruttato per il famoso attacco ransomware noto come WannaCry) non è più disponibile. Per ora il cambiamento riguarda solo le installazioni pulite di Windows. Alcuni dettagli in più:

  • W10 Home e Pro hanno il componente server disinstallato per default, mentre il client rimane installato.
  • W10 Enterprise ed Education non hanno né il componente server né quello client.
  • Mancando SMBv1 non è più possibile usare la funzionalità Computer Browser.

Rimanendo in tema sicurezza, Windows Defender Antivirus ha una nuova modalità chiamata Accesso alle cartelle controllato. Permette di specificare un elenco di cartelle speciali in cui il sistema operativo monitorerà quali app richiedono l'accesso ai file in esse contenute.

Se le app sono in una lista di programmi bloccati, il sistema genererà una notifica che richiede la nostra attenzione con tutti i dettagli per capire come procedere. Il sistema prevede una lista preconfigurata di cartelle protette e una di app a cui l'accesso è sempre consentito. Entrambe sono modificabili.

Cortana

I promemoria dell'assistente digitale di Microsoft sono stati ulteriormente potenziati con due nuove funzionalità, attualmente attive solo nel mercato statunitense. Cortana, con il permesso dell'utente, chiederà se si vuole creare un promemoria quando individuerà nel Rullino Foto brochure e volantini promozionali di determinati eventi, ad esempio un concerto).

La seconda novità coincide con Cortana Lasso, ovvero la possibilità di contrassegnare determinati eventi, selezionandoli sullo schermo con la penna - si deve trattare di una penna compatibile con la funzione Press and Hold di Windows 10, ad esempio quella che viene fornita in dotazione con Surface Pro 4, Surface Book o Surface Studio.

Impostazioni

Nell'app Impostazioni ci sono due nuove sezioni: la prima, Telefono, l'abbiamo già analizzata, mentre la seconda è dedicata a Cortana. Microsoft ha deciso di spostare qui tutte le opzioni, invece che mantenerle nel suo pannello dedicato; la sezione è suddivisa in quattro pagine.

Ci sono poi molti altri cambiamenti, aggiunte e riorganizzazioni: ecco i più importanti.

  • La scheda dedicata ai Windows Insider usa ora l'icona del Ninja Cat, la mascotte del programma
  • La pagina dedicata alla Lente d'ingrandimento è stata rivisitata con più opzioni sia per chi ha effettivamente problemi di vista, sia per chi la usa in occasione di presentazioni. Nel dettaglio le novità sono:
    • È possibile far seguire alla lente il cursore di Assistente vocale
    • Nella pagina sono inclusi tutte le scorciatoie da tastiera per comodità
    • È possibile fare zoom con il mouse premendo CTRL+WIN e usando la rotellina
    • La pagina della Lente di ingrandimento si può aprire da qualsiasi pagina di Windows usando la combinazione WIN+CTRL+M
    • È ora possibile impostare la modalità preferita della lente di ingrandimento
    • È possibile specificare la percentuale di zoom predefinita
  • La sezione Giochi ha subìto diverse modifiche rispetto al rilascio iniziale. In particolare, è possibile decidere di avviare un broadcast della propria partita usando solo l'audio del gioco (silenziando così non solo eventuali microfoni, ma anche i suoni di altre applicazioni).
  • La sezione dedicata all'audio nella Barra di gioco si chiama ora Game DVR.
  • Nuova sezione che permette di verificare lo stato di connessione, e risolvere gli eventuali problemi, di Xbox Live.

  • La sezione con le informazioni di sistema è stata semplificata e ripulita, e include ora i dettagli sullo stato di salute del sistema provenienti da Windows Defender Security Center.
  • La sezione destra dell'app Impostazioni include ora suggerimenti.
  • L'utility di pulitura automatica diventa più intelligente: permette di cancellare automaticamente i file scaricati nella cartella Download che rimangono inerti per più di 30 giorni.
  • Nuova sezione relativa alla riproduzione video in Personalizzazione, per gli utenti che dispongono di hardware avanzato.
  • In Sistema > Display c'è una nuova pagina relativa alla gestione dei colori avanzata per la gestione dell'HDR.
  • L'apertura predefinita dei file è ora regolabile, volendo, per app e non per estensione (App > App predefinite); un altro pezzo di Pannello di controllo che se ne va.

  • È stata aggiornata anche la pagina delle connessioni di rete con un'indicazione più chiara dei profili pubblici e privati. Infine c'è un nuovo menu contestuale per le connessioni Wi-Fi nel flyout delle connessioni disponibili: tra le voci a disposizione ci sono quelle per connettersi/disconnettersi, vedere le proprietà e dimenticare la rete.
  • Windows Update include ora una nuova pagina che compare quando sono stati impostati dei Criteri di gruppo relativi agli aggiornamenti, ed è più facile tenere traccia degli aggiornamenti quando ce ne sono diversi in esecuzione - per esempio una nuova build di Windows, un driver e un pacchetto di definizioni di Windows Defender hanno tutti il proprio indicatore di progresso.
  • Windows Update include una sezione Ottimizzazione recapito che permette di regolare la gestione di download e upload degli aggiornamenti. Questi possono essere scaricati anche da altri computer su Internet (P2P) o nella propria LAN locale. Nelle opzioni avanzate di questa sezione si può anche impostare un limite di velocità in download e upload per gli aggiornamenti.

  • Possibilità di aggiungere nuovi utenti (scuole/aziende) Azure Active Directory dalle Impostazioni.
  • Quando si modifica o disinstalla un'applicazione dalla pagina Programmi e funzionalità c'è ora un indicatore di progresso.
Funzioni rimandate, cancellate e deprecate

Purtroppo Microsoft ci ha abituato ad aspettarci che non tutto ciò che è stato annunciato inizialmente arrivi poi in tempo. Il Fall Creators Update non fa eccezione. Mancano due dei punti salienti della presentazione, funzionalità inedite particolarmente interessanti.

  • Timeline - una sorta di multitasking avanzato in grado di gestire anche l'elemento tempo. Alcune tracce della funzione sono già state avvistate nelle prime build di Windows 10 RS4, quindi potrebbe debuttare la prossima primavera.
  • Clipboard universale - un copia/incolla sincronizzato tra più dispositivi grazie al cloud. Anche in questo caso ci sono avvistamenti nel codice di RS4.
  • Windows Story Remix - quello che avrebbe dovuto essere la rinascita di Windows Movie Maker è presente come aggiornamento di Microsoft Foto, ma poche delle funzionalità dimostrate sono state effettivamente implementate; altre sono disponibili solo per chi ha account Office 365. In ogni caso, l'app avrà il proprio ciclo vitale slegato da Windows, essendo aggiornabile regolarmente dal Windows Store.

Tra le funzionalità rimosse e quelle deprecate (ovvero: mantenute nel sistema per retrocompatibilità ma non più sviluppate attivamente) spicca in particolare la scelta di deprecare la sincronizzazione delle impostazioni (personalizzazione del desktop, colori di accento, posizione della taskbar...); sarà sostituita in futuro con una soluzione più avanzata.

Deprecato anche Paint; per ora rimane preinstallato nel sistema, ma presto si sposterà nel Windows Store da cui si potrà scaricare gratis. Persino gli screen saver si avviano finalmente verso il viale del tramonto. Saranno del tutto rimossi dagli attuali temi, e deprecati nei Criteri di gruppo e nel Pannello di controllo, in favore del Lock Screen.

L'app 3D Builder, infine, sarà del tutto rimossa: Paint 3D e Print 3D la rendono del tutto ridondante, e non sarà più preinstallata nel sistema. Sarà sempre disponibile per il download nel Windows Store, comunque.

Per un elenco più completo ed esaustivo, potete dirigervi in QUESTO nostro articolo dettagliato.

Mobile

Il Fall Creators Update è arrivato nominalmente anche su Windows 10 Mobile, ma i contenuti sono ben diversi. Di fatto i due sistemi, per la prima volta, sono cresciuti separatamente: su desktop il ramo di sviluppo è Redstone 3 o RS3, mentre su mobile è FEATURE2. In buona sostanza, sono arrivati solo alcuni bug fix, nonostante le promesse iniziali di nuove funzionalità.

Come abbiamo già osservato a inizio articolo, inoltre, è ormai ufficiale che il sistema è stato abbandonato: non riceverà più nuove funzioni, anche se continueranno ad arrivare bug fix e patch di sicurezza.


1072

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
enzo

edge non apre più i file pdf . come fare per impostare in automatico l'apertura di pdf con applicazioni esterne????

Paolo__C

Movie Make, già

Paolo__C

Movie Maker, si volendo c'è

DiabloSlayer

I link ai file iso non funzionano.

Rock21

Non saprei, o mi sono abituato o è migliorato davvero...
In ogni caso, mi sembra piu o meno come prima

Il 04/dic/2017 19:17, "Disqus" <notifications@disqus.net> ha scritto:

Mostra 1 nuova risposta

Io non riesco a capire, ho installato qualche giorno fa quindi penso sia già patchato e altri update non ce ne sono

Rock21

Con gli ultimi update sembra migliorato

Il 04/dic/2017 17:19, "Disqus" <notifications@disqus.net> ha scritto:

Mostra 1 nuova risposta

Hai risolto? Io sto per riformattare ci sto lavorando da una settimana ma non si risolve, il PC è piantato completamente.

Mostra 1 nuova risposta

Fosse solo quello, a me ha svaccato tutto

Albi Veruari

Ovviamente per le applicazioni dello store (forza horizon e forza motorsport) l'online col cavolo che funziona, come al solito. Da quando ste app della xbox le hanno messe su windows non funziona decentemente una beata cippa.

Luca Bastianello

l'editor video c'è

Luca Bastianello

io ho avuto come al solito un problema sulla fotocamera del mio T100TA aggiornando a una nuova release, ma ho risolto rimettendone vecchi driver.

Le uniche cose che non mi tornano sono la tastiera virtuale con la scomparsa di quella smezzata (con cui mi trovavo molto bene) e i placeholder di OneDrive, ho provato a scaricare la versione desktop, ma è quella vecchia, non me li fa vedere dalle cartelle, o sincronizza tutto o nulla, niente placeholder...
E la versione "Metro" continua a crashare, nemmeno si apre... boh...

A parte queste due problematiche (la prima non la conto avendola risolta subito), io mi ci trovo bene

DarkHorse

ciao, hai risolto? Io ho avuto la malsana idea di aggiornare e ora faccio anch'io parte dell'esclusivo club dei "wifi problem users"...

Davide Di Corrado

Io sto scrivendo da un asus transformer book t102ha con 4gb di ram e 128 di emmc. Per ora non da problemi e addirittura ha velocizzato l'intero sistema. Carino il fatto che posso controllare il carico sulla gpu dal task manager.

Delietta Usai

ciao ragazzi
io ho un hp elitebook 6930p che con la versione 1703 va una meraviglia. appena aggiornato alla versione 1709 driver ethernet andato a bersi caffè e ammazzacaffè. se si rendono conto che un utente lavora o studia e non può stare dietro ai loro aggiornamenti del c****

Miticludus

con carrucola.

SirMau

Cosa sono marionette per polli?

Sergio Bortolotti

io avevo windows 10 alla versione 1703 questa che ti aggiorna e' la 1709 e ti incasina solo le cose e non cambia niente anzi peggiora windows 10 sempre uno schifo e'

densou

scusate, intendevo con la 'modalità gioco' attivata / disattivata (visto che si può tenerla anche senza "game bar")

Max

Ma non solo, le impostazioni sono sempre più ambigue e vanno "ad interpretazioni", disperato tentativo di rendere meno tecnico il sistema operativo.

Max

1 fps. 2 su pc datato. Oppure può darsi che windows rallenti di 1 fps e ti abilita il placebo

Miticludus

pulizia disco, ccleaner, defraggler. ciao.

Nicola Caranzi

No, per quanto mi riguarda: O&O ;) ...ciò non toglie che sia molto fastidioso e che i clienti chiamibo lo stesso spazientiti... :/

Boronius

Vero, è una delle cose più fastidiose in assoluto. Ma è così difficile salvare la configurazione iniziale e poi rigenerarla?? Boh.

Nicola Caranzi

Morite male voi di Microsoft, ogni volta che c'è un aggiornamento consistente di questo maledetto Windows 10 si resettano tutte le impostazioni settate precedentemente con tanta accuratezza (soprattutto quelle di privacy, chissà perché!); così ricevo una media di 5/6 chiamate al giorno di clienti incazzati. Poi mi chiedono come mai preferisca ancora Windows 7... stavolta avette toppato alla grande ma non solo: vi siete proprio fatti odiare da una consistente fetta di clienti e rivenditori.

Gerry

Con Edge (browser che non va male per l'uso quotidiano di internet che necessito) su certi siti streaming non riesco più ad aprire a tutto schermo il video che mi interessa. Succede a qualcun altro la stessa cosa? Ho provato a cercare vecchie discussioni sul forum ufficiale di Windows e qualcuno consigliava di attivare l'opzione 'Usa software rendering anziche GPU rendering* nelle opzioni avanzate di Internet ,ma purtroppo non ho risolto.

cipo

haaa... haa.. loro lo hanno usato con il significato di Autunno ma questa volta hanno utilizzato un termine effettivamente dubbio...

Giacomo

Ho fatto l'installazione pulita del nuovo windows fall update, la mia scheda wireless asus pce ac68 che è probabilmente la top del mercato desktop non funziona. Ho contattato Asus che non ha per ora nessuna soluzione ma è a conoscenza del problema. Ho dovuto reinstallare 10 creator update in attesa che esca un driver... Che dire good job !

Boronius

Dobbiamo per forza usare una release precedente

Rock21

Dovevo osservare meglio, già dal nome "Fall" avrei dovuto intuire....
Ho aggiornato, e nonostante abbia riformattato tutto, il pc ha perso reattività, prima era una scheggia ed ora ha come un leggero ritardo nelle animazioni e nell'apertura programmi....

Assurdo, mi hanno rallentato l'intero pc ( i5 4690k, 16gb ddr3 2133, ssd 840evo 256gb, gtx 780)..

Bruce

"Fall" vuol dire "caduta": Non sono mai caduti così in basso....

RBMK_1000

Praticamente Windows 8 era una OS per dispositivi touch, mentre Windows 10 è un OS per tutti i dispositivi, del quale però viene aggiornata solo la parte dedicata a quelli touch.

Assurdo come, dopo 3 anni, dobbiamo ancora star qui a goderci il doppio pannello di controllo, le opzioni sparse ovunque, un esplorar risorse vecchio di secoli, un task manager che fa semplicemente pena...

Cara Microsoft, grazie tante per avermi obbligato a downgradare tutti i PC aziendali a Windows 7. E Windows 10, all'inizio, non era nemmeno male. O meglio, era promettente. Ora, ad ogni update, si vede solo pesantezza extra.

DeathTheKid

Avete dimenticato una novità molto importante, nuovi problemi.

O_Marzo

Non sai, sei solo convinto ma c'é una bella differenza. Anche i pazzi vedono cose che nessun altro vede, questo non significa che sia reale.

Paolo__C

un decente editor video sarebbe stato troppo eh? per non parlare di un piccolo ambiente per produrre musica (tipo garage band su mac). Creative cosa???????????????

DeathTheKid

Ok neanche questa relase va bene, go back win 8.1, addio 10.

Giàgioggiola

Quindi FCU non supporta Avira?

Rick Deckard®

Perché dovrei? Già so

Giàgioggiola

Il mio PC si è fermato ad AU, e a me va più che bene, e penso di restarci fino a marzo 2018, quando in teoria dovrebbe cessare il supporto ad AU.

O_Marzo

Se è così semplice perché non lo fai tu stesso? Forse perché non puoi? Forse perché ti stai inventando tutto?

Rick Deckard®

Allora è già fatto
Basta andare a leggere

Tiwi

arrivato update in automatico, ci ha messo circa 4h a scaricare ed installare tutto..
sinceramente, mi sembra tutto un po più lento..ma vediamo come si comporta nel dettaglio

O_Marzo

Certo che lo è, non ho nulla da nascondere io. Te lo riporto per l'ultima volta, se porti un'accusa devi essere in grado di dimostrarla altrimenti è aria fritta...

Dario Sciancalepore

Ho aggiornato il mio dell Inspiron 7567 kaby lake a FCU, notato anomalo uso della cpu, durata della batteria più che dimezzata (2 ore contro le 6,5 ore di media con medesimo utilizzo), scattosità generale del sistema (guardando un video su Youtube o anche semplicemente muovendo il puntatore del mouse); ho eseguito prontamente il rollback a CU sperando che vengano risolti questi problemi

Rick Deckard®

Mi sa che il ciarlatano qui sei proprio tu... Non c'è nemmeno da dimostrarlo.. basta leggere nella cronologia (se la hai pubblica)

Thomas Schietti

A me era fermo al 69%, son tornato su impostazioni generali, e ho riaperto la schermata aggiornamento. È ricominciato da capo e non ha avuto problemi.

Thomas Schietti

bug di Windows ? anche a me succede...

Thomas Schietti

aggiornato il primo giorno. Velocità strabiliante in accensione e spegnimento. Direi più veloce dei Mac. Però sarebbe ora che le tabelle di marcia che rilasciano alle build conference vengano rispettate ...

Stefano Dif

no devi cliccare col destro sulle tab e ti fa scegliere cosa mostrare

saturn3000

Hai provato con VMware 14?

Guida Acquisto: i migliori Notebook, Ultrabook e 2-in-1 | #NATALE 2017

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video

Recensione HP Spectre x360 13: il convertibile migliore