Microsoft inaugura a Seattle il primo data center a gas naturale

28 Settembre 2017 43

Il percorso per diventare più "green" non passa solo dalle energie rinnovabili: si possono anche trovare modi innovativi per sfruttare quelle tradizionali più efficientemente. Microsoft ha fatto proprio questo, annunciando ieri di aver realizzato il primo data center al mondo alimentato a gas naturale.

Il vantaggio di questo sistema è che i tubi di gas si collegano direttamente alle fuel cell del data center. Si risparmiano così molti passaggi intermedi, necessari nel classico sistema di alimentazione via rete elettrica, che inevitabilmente comportano un cospicuo spreco di energia.


Il primo data center pilota è già attivo. Si trova a Seattle, ed è stato costruito in partnership con le società Cummings e McKinstry. Consiste di 20 rack, e grazie al suo sistema di alimentazione può garantire un'efficienza energetica doppia rispetto ai sistemi di approvvigionamento tradizionali. Inoltre, essendoci meno impianti e componenti coinvolti nella catena di approvvigionamento, il rischio di guasti diminuisce, incrementando l'affidabilità e riducendo i costi di gestione.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Clicksmart a 389 euro oppure da Media World a 449 euro.

43

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
SirMau

Non ho capito se hai risposto alla mia domanda o se é un tentativo di fuorviare il discorso.

Gios

Scusami ma il tuo discorso non sta in piedi: le terre rare vanno sostituite e ti ricordo che se dobbiamo tornare all'epoca della pietra cancellando i dispositivi elettronici allora non servirebbe tanta energia!
Le terre rare servono per display, sensori, trasduttori....

Le cosiddette zone "degradate" sono abitat naturali che vanno preservati e non distrutti, così faresti solo più danni.

Il mio discorso non è ne vero ne falso ma un dato di fatto. La rete va gestita e regolata, non si può fornire più Potenza di quella consumata e non su può fornire meno Potenza di quella richiesta.
Senza regolazione e senza accumulo su vasta scala non si può fare niente considerato che i generatori optoeletrronici in giornate grigie invernali abbattono quasi completamente il loro contributo energetico.

SirMau

Scusa, ma perché dovresti disboscare per mettere una centrale solare? Sai quante zone degradate ci sono? dove sono abbandonate a se stesse senza neanche un albero?
Il tuo discorso é vero e falso. Vero se parliamo di zone ad alta densita di strutture, falso se parliamo di zone meno popolate come la Sardegna.
E inoltre l estrazione di minerali dalle terre rare non vengono usare solo per costruire pale eoliche, ma anche per altro. Quindi visto che l energia é di priorità più alta rispetto a tutto il resto meglio usare quei minerali per la costruzione di pale eoliche piuttosto che di computer o altri dispositivi elettrici.

Gios

Scusami ma credo che dispositivista e processi tecnologici elettronici credo sia molto più attinente di naturalista con i pannelli fotovoltaici....considera che il calcolo della corrente fotonica è materia base del secondo anno di ingegneria elettronica.

La conversione optoeletronica é il metodo più inefficiente per convertire l'energia, questa è fisica non barzellette.

"Vi sono diversi tipi di pannelli fotovoltaici": non tirare fuori i pannelli a concentrazione per l'amor del cielo! Spero tu intenda le polistrato come i sensori foveon della sigma. Dimentichi però che queste soluzioni portano a passare da efficienze reali del 18/20% al 40% solo sotto luce solare diretta e processi di deposizione crescita e ricristsllizazione degli strati sovrastanti che comportano spese energetiche non di poco conto. In sostanza aumentano i costi, aumentano le risorse consumate e la parabola di decadimento resta sempre li.....quindi il bilancio economico va a farsi benedire (e va beh, la pulizia ha un costo) ma il rischio è che a livello ambientale non ci sia vantaggio, anzi uno svantaggio.devi tenere presente che dove metti i pannelli non si trovano piante e che per creare aree sufficienti alla produzione di energia devi disboscare aree enormi.

Il fotovoltaico è fumo negli occhi delle persone, utile se non necessario in aree prive di rete di distribuzione (Africa, Asia, sud america, case isolate etc etc) ma per il resto inefficiente. Tanto più che non permette di mantenere in piedi la rete elettrica di un paese visto che l'energia non è regolabile ne accumulabile su vasta scala.

Molto più intelligente sarebbe investire sui convertitori termoelettrici e vibrazionsli.
Ancora più furbo investire sulle centrali basate sull'accumulo del calore solare.

"Spiegami cosa c'entrano le pale eoliche con le terre rare: o cielo, l'ho scritto diverse volte, il NEODIMIO viene usato per aumentare l'efficienza delle pale mantenendo il peso basso, è fondamentale nei sistemi microintegrati ma anche in quelli ad alta efficienza come pale eoliche.

SirMau

É il tuo lavoro cosa? Scusa, ma io sono un naturalista e questi processi li studio (studio il funzionamento in natura ma anche gli usi che ne fa l uomo), non mi sembra che sia proprio come dici tu, forse se spieghi meglio cosa vuoi intendere perché ci sono diversi tipi di pannelli fotovoltaici. E poi spiegami cosa c entrano le terre rare con le pale eoliche.

SirMau

Il gas naturale si riferisce al metano, e penso che ormai é evidente che si può prendere a tonnellate anche dagli allevamenti piuttosto che perforare la terra.

italba

Ti sei perso qualche zero...
1 m² = 0,2 KW
1.000 m² = 200 KW
1.000.000 m² = 200.000 KW = 200 MW
100.000.000 m² = 20.000 MW

Alex Neko

10x10 = 10mila x 10 mila = 100 milioni metri quadri
1 metro quadro produce massimo 0,2 Kw/h
= 20 MW quindi al massimo dell'efficenza sono 7 Terawatt anno
L'italia ha bisogno di 350 twerawatt quindi devi moltiplicare per 50 volte
ossia una fascia di territorio di 500 km larga 10 km

italba

1) Allora specifica che stai parlando di celle a concentrazione e raffreddate con azoto liquido. In ogni caso l'efficienza teorica non è mica facile da raggiungere, si chiama teorica apposta.

2) "I pannelli fotovoltaici con resa del 54% esistono e costano una follia,
sono su base germanio. La loro produzione in ambito civile è stata
vietata per l'inquinamento che causerebbero." Quello che hai scritto mi sembra abbastanza chiaro, anche se assolutamente delirante. Esistono e costano una follia? Allora sono in vendita, non sono vietate da chissà chi ed in base a chissà quale fantomatica legge! O no?

3) Forse se attivassi il correttore ortografico riusciresti anche a farti capire. Sul serio vuoi considerare l'energia per trasportare i pannelli a carico del pannello stesso? E l'energia consumata dalle autobotti e dai motori delle pompe degli oleodotti allora no?

4) Si deve valutare tutto, senza adoperare i paraocchi e le idee preconcette.

5) Di tutte le terre rare ne vengono prodotte 100.000 tonnellate l'anno, di acciaio un miliardo e mezzo di tonnellate. Così, ad occhio, per quanto possa essere più pulita l'estrazione del ferro, ho come il sospetto che, in assoluto, inquini parecchio di più.

6) Ma pensa un po'! Studiano delle alternative alle terre RARE che costano un occhio della testa? Certo che sono ben strani questi ricercatori!

Per finire, se il metodo cz produce degli attrezzi come te, non mi interessa proprio neanche andarlo a cercare.

Gios

1) il 56% è l'efficienza teorica massima con azoto per dissipare il calore

2)il germanio non ho tossico e non ho detto questo, forse sei solo saccente o non sai leggere, ma la produzione ed estrazione e raffinazione produce scarti tossici

3)il metodo cz è consolidato da anni ed è il metodo per la produzione di silicio elctronic grade. Attualmente "si stima" che ci volgiano 3/4 scritto dove?
In più tiene conto della parabola di decadimento dopo appena 6 anni?
Tiene conto anche dell'energia di produzione del pannello o solo di quella del silicio ? Tiene conto dell'energia necessaria al trasporto dei pannelli che pensano da una sede di produzione a quella di installazione ?

Ovviamente NO

4)Si deve valutare l'inquinamento di ogni sorgente e la resa nel tempo forse non ti è chiaro.

5)le terre rare sono un gruppo di elementi che servono per magneti (NEODIMIO) display e altri dispositivi elettronici.
Nella tua emerita ign0r4nza e TRACOTANZA ti sei dimenticato di leggere bene le cose.
L'estrazione di terre rare è la più inquinante del pianeta in quanto i minerali da cui si estraggono sono contaminati da elementi radioattivi in quantità superiore alla norma e L'estrazione disperde le polveri radioattive , cerca deserto del Mojave prima di scrivere c4zz4te quando non conosci la materia.
Senza contare l'inquinamento derivante dell'estrazione.

Pensa sei così tanto geniale e all'avanguardia che tutte le principali società e università stanno studiando soluzioni alternative all'uso delle terre rare......eppure non inquina più che estrarre ferro secondo la tua geniale sparata, giusto?

Non hai trovato nulla con metodo cz vero?! Google non funzionava....già!

Torna a mangiare e spara meno ca7ate!

ctretre

Li usano, ovviamente, solo che il sole di notte non c'è per cui bisogna affiancare qualcos'altro.

Alex

Fusione nucleare, tra 10 anni ci siamo forse...

Davide

e te chi sei il detentore delle verità?

italba

1) Al 56% non ci si avvicinano nemmeno, probabilmente neanche la massima efficienza teorica arriva a tanto, guarda https://www. nrel. gov/pv/assets/images/efficiency-chart. png

Per le altre strupidaggini (devo brevettare il vocabolo!) ripassa dopo cena

italba

Guarda che per generare tutta l'energia di cui ha bisogno l'Italia basterebbe coprire di pannelli solari un'area di 10x10 Km, altro che "distese che distruggono foreste"

Gios

Veramente è il mio lavoro quindi lo conosco bene.....

Cita una str.... già non puoi perché non sai nemmeno cosa sia il metodo cz

David Lo Pan

Non oso obiettare. Maestro.

Liuk

Gas serra, amico mio.
Gas serra....

Liuk

Tutto questo scalpore solo per un tubo infilato in mezzo alla sedia degli impiegati.
xD

Markk

Invece di bruciare.del fran gas (pago io), costruire o fare una minima ricerca su pannelli fotovoltaici? T1rchi.

Lolloso

non è mica vero, il fagiolo borlotto è il TOP. E' però vero che il cece batte di gran lunga il fagiolo cannellino

italba

Francamente hai detto tante di quelle str...upidaggini che probabilmente sei tu che voli, con tutti gli zoccoli

italba

Tutti i combustibili "bruciano" ossigeno, e la profondità è tale che la roccia sovrastante non risente minimamente dello "svuotamento". Svuotamento molto relativo,oltretutto, i giacimenti non sono mica caverne, sono rocce spugnose che contengono il gas. Quando si fa uscire il gas il suo posto viene preso dall'acqua che si trova al di sotto

Orlaf

Il nuovo colore "Merdosa" ahahahaha

Orlaf

A forza di far scureggiare il teschio, un posto fisso nel mercato l'hanno trovato. Ahahaha

Gios

E gli asini subiranno un'evoluzione per cui voleranno!

Vi siete fatti fregare con la truffa delle energie "pulite"?!

I pannelli fotovoltaici con resa del 54% esistono e costano una follia, sono su base germanio. La loro produzione in ambito civile è stata vietata per l'inquinamento che causerebbero.
La produzione di km2 di silicio produce richiede quantità di energia e un inquinamento folle.

Non adentriamoci poi nell'inquinamento derivante dall'estrazione delle terre rare necessarie per esempio alle turbine eoliche ad alta efficienza....

David Lo Pan

Diciamo pure che sarà un marrone roseato. Oggigiorno se ne fanno di tutti i colori.

Bah, era meglio un mini RMBK sotto al letto di Satya Nadella... XD

Davide

attualmente l'energia è poco conveniente per via del fatto che viene prodotta con mezzi poco ecologici, quando ci saranno pannelli solari che a parità di superficie occupata realizzeranno almeno il doppio dell'energia elettrica allora si potrà abbandonare qualunque altra fonte poco pulita

Shrek

In estrema sintesi, il senso è quello di ridurre i danni ambientali, non eliminarli. I metodi tradizionali inquinano di più.

Alex Neko

Appunto di meno.
Anche tu respirando consumi ossigeno che leghi al carbonio, e crei danni ambientali che non ci sarebbero se non nascevi.
Ma se non corri, ossia se limiti il consumo, emetti meno Co2 e quindi diventi meno inquinante.
Scherzi a parte.

Non si possono mettere solo distese di pannelli solari che distruggono foreste.

Si deve sempre cercare il giusto compromesso, e sperare che al piu' presto, 30..50..100.. anni ci saranno generatori a fusione nucleare, anche piccoli per piccole realtà, che produranno energia abbonandante senza nessuna scoria se non acqua, o elio, che viene utilizzato come energia di altre apperacchiature.

Passante

Starò sicuramente tralasciando qualcosa ma mi sfugge il senso: è vero che il gas non inquina quanto la benzina, il gasolio o il carbone, ma brucia sempre ossigeno e crea quindi danni ambientali (senza contare che svuotare giacimenti sotterranei, così come per tutti gli altri combustibili, aumenta il rischio di cedimenti e terremoti nel lungo termine). Dove sta il senso?

Luca Lindholm

Come detto da un altro utente in un precedente articolo trattante lo stesso argomento, MS ha scelto il gas naturale, in quanto permette una rimodulazione istantanea.

;)

E K

Una cella ad idrogeno ha un rapporto di scambio 1a1 con un sistema di produzione idrolitico fotovoltaico (lento come la m0rte e poco efficiente nel breve periodo), in tutti gli altri casi é una enorme perdita di energia, perché la produzione di idrogeno industriale é super energivora ed inquinante.
Per altre celle a combustibile non saprei dire.

Nalin

Questo è quello che c'è dall'altro capo del tubo :D

al404

https://uploads.disquscdn.c...

Repox Ray

Questo si che è cloud computing

italba

Roseo o marrone?

italba

Sono molto più efficienti le fuel cell, le turbine diventano più efficienti solo se puoi sfruttare il calore residuo

TeoCrysis

Il risparmio maggiore deriva dall'eliminare tutti i costi di trasporto dell'energia producendola in casa invece che facendola arrivare coi tralicci, in effetti vai anche a consumare meno gas.
Se poi le celle a combustibile siano più efficienti di una turbina a gas non ne ho idea.

David Lo Pan

Guarda che coi ceci si ottengono risultati migliori. Li alterneranno. Viva il gas naturale!!!! Il futuro è roseo. Un po' maleodorante, ma pur sempre roseo!

Simplyme

Quanto sarà il risparmio energetico nell'usare delle celle a combustibile invece di sistemi standard?
Solo per curiosità

Eragorn87

a mensa serviranno i fagioli!

HDblog @ Computex 2018: live blog continuo dalla fiera

Tutte le novità di Windows 10 1803 "April 2018 Update"

Guida Acquisto: i migliori Notebook, Ultrabook e 2-in-1 | #NATALE 2017

Windows 10 1709 Fall Creators Update disponibile: tutte le novità