Windows 10 in crescita lenta ma costante secondo NetMarketShare

04 Settembre 2017 154

Abbiamo visto la settimana scorsa come le statistiche di Steam indicassero una situazione di sostanziale stallo in merito alla diffusione di Windows 10, mentre il quadro dipinto da NetMarketShare è leggermente più ottimistico.

Lo share dell'ultima fatica di Microsoft ha guadagnato ancora rispetto all'anno scorso; pochino, è vero - circa lo 0,3 per cento - ma il trend rimane sempre in crescita. Altrettanto importante, il principale rivale Windows 7 continua a perdere terreno, anche se lentamente; di questo passo ci vorranno ancora anni prima che le posizioni si invertano.

Anche le altre edizioni di Windows più diffuse - 8.1 e XP - perdono qualcosina, e sono ormai esattamente alla pari appena sopra il 6 per cento di diffusione. Cresce invece in modo sostanziale la voce "Others", che include edizioni meno diffuse di Windows e distro Linux. macOS 10.12 guadagna invece uno 0,07 per cento, ed è a ridosso del 3,6 per cento mondiale.


Lo smartphone più richiesto del momento? Samsung Galaxy S8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 517 euro.
Dji Mavic Pro Fly More Drone (bundle) è disponibile da puntocomshop.it a 1,180 euro.

154

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
The User

continui a non linkare nulla.

devo constatare con amarezza che sei uno dei tanti leoni da tastiera che tra un sito di scie chimiche e uno no vax vanno a rompere l'anima alla gente con un po' di cervello...

Manny Calavera

Gli attuali problemi di windows 10 sono due secondo me:
1) hanno fatto di tutto per farlo diventare app oriented e non ha funzionato (come del resto per Windows mobile)
2) hanno deciso di adottare questa politica del continuo aggiornamento di versione in modalità trasparente, ma non e' trasparente. La lista di problemi che sorgono dopo ogni aggiornamento e' lunga. Se poi fino ad ora hai fatto tutti gli aggiornamenti senza formattare (quindi compreso l'os di partenza diverso)... apriti cielo!

red5goahead

il 28% è un dato poco significativo perché include tutto il mondo
in Italia è oltre il 44% di installazioni, oltre anche la media EU. Se vuoi ridimensionare Windows 10 a tutti i costi, è giusto comprendere anche i dati del Madagascar, ma non credo sia giusto perché manca il contesto, quando noi giudichiamo la crescita economica qui in Italia, e piagnucoliamo, mica facciamo la media con la crescita della Cina (+7%/anno) o l'istat non include certo nel paniere anche il latte di cocco

CAIO MARIOZ

Con la differenza che qui eliminano i troll dai commenti

corrado

No mi spiace è proprio per ignoranza delle persone.

Federico

Vatti a rileggere i tuoi interventi su SPI. dove eri uno dei più sfegatati fan di tutte quelli che adesso definisci errori di Microsoft.
A proposito, non ti ci vedo più scrivere sopra... li hai mollati al loro destino?

The User

riguardo windows 10 non ho mai cambiato parere. E' un buon OS, ma ha dei difetti che ne ostacolano la diffusione.

che è poi quello che scrivi tu adesso.

se pensi che io mi contraddica ti prego di linkarmi i commenti che contraddicono quello che ho scritto adesso. altrimenti faresti più bella figura a stare in silenzio

Liuk

Anche io, uso hyper-v.

Liuk

La svogliatezza è una brutta bestia.

faber80_

1. aridaje, lo so benissimo che entrambi hanno fix. La differenza è che uno è completo e finito, senza soprese, l'altro no. faccio i disegni?
2. e stopparli con la "local policy" o disabilitare wupdate ha lo stesso risultato. Il problema è che uno deve risolvere un problema creato da ms anche sulle pro. E non è che sia normale.
3. vedo che non ci capiamo: ma zombie de che ? da dove lo devi prendere senza internet? e poi chi è che scrive un codice per questa roba? mirato a chi? E' più facile finire hackerati con una versione recente di windows, e lo dovresti sapere benissimo. Che sia normale o meno è altro discorso.

Freerider

1. Anche win10, come win7 ha gli aggiormenti cumulativi e non vanno ad incasinare niente anzi, sono bugfix e aggiormenti si sicurezza.
2. Se hanno problemi con gli aggiormenti e hanno la pro, configuri una bella local policy e glie li stoppi per un bel po di tempo.
3. Evitare di avere pc zombie non farebbe schif0, oppure evitare che un ransomware ti cripti tutto l'hdd non mi dispiacerebbe. Non per forza Putin deve entrare nel mio pc per spiare come sto impiallacciando una mensola. A parte il discorso sicurezza (per te quindi a parte lo spionaggio industriale non esiste altro?) sei davvero convinto che nel 2017 è normale utilizzare MS-DOS e Win3.1? Bah.

faber80_

risposto sopra, evito doppioni.

faber80_

perfetto, analizziamo come tu stia parlando di aria fritta:
1. quali inesattezze ? parliamo sempre del post sopra ? perchè ripeto, non so quali siano.
2. chi ha parlato di home edition? ma ve le suggeriscono o siete così di indole ??
3. io non giustifico nulla, non tratto applicativi dos, ma se hai una semplice utility automatizzata e hai tutto funzionante al 100% non credo sia imminente l'aggiornamento perchè qualcuno pensa di hackerare il sistema (perchè udite udite, era di questo che parlava il post cui ho risposto). Ma chi minch.. si prende la briga di farlo ? Tom cruise ? Basta fantascienza, portatemi casi reali di un'aziendina insignificante di 6 persone che hanno mai subito questi soprusi da hacker russi-moldavi-marziani per sapere i loro più occulti segreti.
I buoni motivi? quelli di sempre, risparmiare, e lo fa il 75% del mondo aziendale, escluse le grandi multinazionali.

Freerider

Non mi serve ripassare l'italiano ne la preparazione altrui e non mi piace mai dare giudizi su chi non conosco. Ma non fai altro che creare fl4me nella sezione Windows dicendo molto spesso inesattezze. Se i tuoi clienti o non so che lavori fai, hanno problemi con gli aggiornamenti, c'erano mille soluzioni per cercare di limitare i possibili danni (prima di tutto non avrebbero dovuto usare la home siccome, se vogliono avere un po di controllo, ci sono versioni più adatte a questo). Però poco più sotto hai giustificato un'infrastruttura basata su MS-DOS e Win2000, per quello ho fatto quella domanda provocatoria. Uno del "settore" non si sognerebbe mai di dire che se usano MS-DOS e Win3.1 avranno dei "buoni motivi".

faber80_

ma perchè cosa avrei detto di diverso dal tuo post?
w7 ha fix mensili ed è completo.
w10 al contrario è in piena evoluzione (cosa diversa)

Redentor

Non serve, ed anche se gli servisse non noterebbero differenze.

A meno che il PC non vada già male di suo.

Andrej Peribar

Esattamente.
Intendevo (e dissi alle prime stime) proprio questo.
Ovvio che fallimento commerciale mi riferisco a cosa significa(va) per MS win10.
Store e cortana.
Penso che nel consumer a livello di licenze MS abbia sempre fatto soldi con gli OEM.
Non credo che qualcuno compro window retail nel consumer

Redentor

Il service pack era un gigantesco pacchetto cumulativo di fix, tutto l'opposto di questo approccio semestrale.

Se ti serve un PC per sviluppare UWP si, 10 ti serve. Ma é comunque di nicchia come utilita.

Luca

Alla fine l'aggiornamento che arriva ogni 6 mesi non è troppo lontano dal concetto di Service Pack che si aveva con Vista e 7... Comunque è vero che spesso non è reputato utile... Io stesso stavo benissimo con 7 quando mi serviva Android Studio, ma quando ti serve Visual Studio, avere una macchina aggiornata su cui testare le UWP è d'obbligo... C'è da dire però che Android Studio, per quanto non sia necessario Windows 10, gira meglio rispetto a 7 su una macchina di pari hardware proprio per la differente gestione delle risorse... Basta guardare i requisiti minimi di sistema per accorgersi di questo, a parte la prima versione di Windows 10, la 10240 che soffriva di un pò di memory leak (un bel pò), con Seven ti serviva almeno 1.5 GB di ram solo per l'OS... Io che avevo 4GB di ram sul mio pc aziendale 7, Android Studio e la JVM, per me era un parto anche solo iniziare a lavorare, a maggior ragione con tutti quegli stramaledetti tool aziendali e antivirus che di per se rallentano il pc non di poco...

MatitaNera

torniamo sempre lì... alla maggior parte della gente ormai il pc non serve più..

MatitaNera

ottimo intervento, è l'andamento complessivo che è da tenere d'occhio

Redentor

Evidentemente non lo reputano utile, in qianto il loro PC con 7 va già alla gtandr.

P.S = Nessun os é perfetto, nemmeno 7. Ma rimane comunque anni luce più stabile di un os che cambia semestralmente, anche in profondità.

Luca

Guarda che non mi stavo riferendo a chi non aggiorna per dei motivi, ma a chi non aggiorna non avendo dei motivi se non la pigrizia... Pure io ho aspettato prima di aggiornare la mia macchina principale, non esiste fare un passo del genere prima di essersi accertati di eventuali problemi di compatibilità che potrebbero compromettere il proprio lavoro...
Comunque Redentor, i bug dopo una major te li devi aspettare, non dovrebbe stupirti... E' pure vero che una major risolve tanti bug della precedente... Esistono le patch mensili apposta... Seven è consolidato, ma non è mica perfetto...

Rick Deckard®

Però ne stanno vendendo proprio pochi

Freerider

Più che il fallimento commerciale di Win10 (vedendo gli aggiornamenti gratuiti per un'anno non credo che lo scopo era "vendere" win10) io vedo un fallimento nel tentativo di espandere i servizi legati a win10. MS credo che abbia deciso di forzare l'upgrade a win10 non perché puntava alla dismissione dei vecchi OS (se no XP dovrebbe già essere sparito) ma perché sperava che con un OS con tutti i servizi core ben integrati, la gente iniziava ad usarli ma invece non è cosi. Per me è questo il fallimento. In più, senza mobile che poteva dare una mano hanno praticamente spianato la strada ai servizi Google (che se stavano già facendo fatica) e ora mai, dal mercato consumer a quello business è un'attimo, su questo MS deve stare molto attenta.

Andrej Peribar

A me pare che si possano ripetere le identiche affermazioni del articolo di giorni fa su steam.

Win10 crescerà fino al 100%, ma a livello commerciale è stato un fallimento.

Vedremo se MS è interessata o se lascerà andare la cosa puntando su altri cavalli nella scuderia

Freerider

Ma davvero lavori nell'informatica? Dovresti essere un po più preparato sull'argomento. Anche win10 ha i fix mensili identici a win7 e si chiamano patch di sicurezza o aggiornamenti cumulativi. Il problema arriva dagli upgrade che rilasciano ogni sei mesi e che rischiano di introdurre diversi bug. Per me è stato un'azzardo anche se devono cercare di rendere interessante un OS desktop ad un mondo oramai solo mobile. Ma se uno lavora nell'IT in teoria sa come prendere determinate contromisure per limitare i "probabili danni".

Zorshark

Ho conosciuto gente che non ha aggiornato a Windows 10 perché pensavamo che fosse tutta una bufala l'aggiornamento gratuito e poi tornavano a chiedergli soldi

E K

La questione é un'altra, chi é che vende ancora win 7 preinstallato? O esiste ancora qualcuno che compra licenze di win 7 (magari per sostituire xp)?

L'utenza media é sotto i tacchi, per loro basta che il pc non si blocchi e qualsiasi cosa va bene. Talvolta nemmeno sanno che OS montano, (tranne win 8, quello lo conoscono e odiano tutti).

Freerider

L'enterprise sarebbe stata utile "solo" per limitare lo store consumer. Per gli aggiornamenti, se li gestivo solo tramite GPO avrei potuto rimandarli solo per un determinato periodo (non mi ricordo più quando) con il WSUS sono io a decidere se rilasciare o meno un determinato aggiornamento. Se non avessi implementato un WSUS allora si che sarebbe stata utile una LTSB. Comunque se non hanno preso l'enterprise avranno valutato i vari costi/benefici. Di quello non me ne occupo io.

Redentor

Appunto per questo forse era meglio optare su un altro ramo.

Redentor

A me le due palle le ha fatte win10, che ogni volta che si aggiorna deve introdurre qualche bug, lasciando che certi drivers e applicazioni continuino a non andare bene.

Se questo é essere ignorant1, allora ben venga l'ignoranz4.

Freerider

La questione delle licenze non l'ho seguita io. La pro che abbiamo va benissimo visto che gestiamo gli aggiornamenti tramite WSUS e quindi otterrei la stessa cosa di una LTSB. L'unico "problema" che abbiamo con la pro è che non è possibile limitare l'accesso allo store per l'account consumer. Utilizzando lo store for business un'utente potrebbe collegarsi con il suo account live e scaricare le app ma, da una parte non c'è una persona che sa che esiste un'account MS e uno store su win10 (e siamo un centinaio di utenti) dall'altra cerco di chiudere lo store consumer bloccando gli ip dei server dedicati a quei servizi, ma a volte impattano anche su altro.

Redentor

Perché su quelli MS cdev si é sdoppiato.

Redentor

Ma scusa, sei in un azienda ed installi le versioni normali?

Ma non era meglio optare per una LTSB?

Freerider

Basta non approvare gli upgrade sul WSUS e bloccare ai client la possibilità di andare a scaricare gli aggiornamenti direttamente dai server MS se non contattano il WSUS e il gioco è fatto. Io in azienda li sto ritardando non perché finora ho avuto grossi problemi sui client di test, ma perché reputo assurdo impattare ogni sei mesi con un upgrade che potrebbe presente qualche problemino. Ho saltato CU ma FCU lo rilascerò per via dei placeholder. Alla fine le patch di sicurezza sono gestite in modo diverso dagli upgrade e puoi rilasciare le patch ma non gli upgrade.

Si e quindi? Io sono un pirata, è anni che lo dico, ma tu devi romperle le palle a qualcuno.
Filosofia dell'open source?
E quindi? Chissenefrega!

E finiscila di dare del lei a tutti, siamo su disqus, siamo tutti uguali.

E se non vuoi farti insultare, ignorami, come io ignoro te.

Non desidero discutere con te.

Redentor

Magari é una questione di hw non sfruttato al massimo prima, e rinato con 10. Cosa possibile...

corrado

esperienze diverse.

Freerider

E te terresti in piedi un infrastruttura con 3.1 e Windows server 2000? Ma siamo fuori di testa? Con i client puoi fare quello che vuoi tanto te li senti te gli utenti che devono utilizzare ancora win3.1 ma come fai ad avere un win2000?? Ma dai, questa è "informatica vera" non quella stronzata 2.0 fatta di mod e app. Stiamo parlando di infrastrutture aziendali (tra l'altro dovrebbero essere soggette ad audit di sicurezza) e non esiste che nel 2017 stiano ancora cercando sistemisti MS-DOS!!! Il mondo è andato a puttan4 se si giustifica questa cosa!

Redentor

Modellando e programmando me ne sarei accorto.

Eppure niente da fare, PC veloce e scattante in egual maniera con entrambi gli os (escludendo le problematiche tipiche di 10).

Oliver Cervera

Sono a conoscenza di WSUS ma non delle opzioni che ha a disposizione. Credo che con Windows 10 Microsoft abbia aggiunto qualche restrizione.
Soprattutto le grandi aziende spesso danno l'IT in outsourcing, con pessimi risultati come hai appena detto tu.

corrado

la gente che usa il pc per fare due cose in croce certamente non se ne accorge, mia moglie fa fatica a distinguere 7 da 10.
quando usa word, Excel e naviga è più che sufficiente, ma io che di programmi ne ho installati almeno una decina per compiti diversi di lavoro me ne accorgo eccome. già con il passaggio ad 8, 7 mi è subito sembrato preistoria

Luca Lindholm

Io le ho dato dell'accattone (e poi dello 'sfigato', termine più politically correct, di questi tempi...) per vari motivi, perché lei si VANTAVA di avere Office piratato e perché disse che sarebbe passato a Linux perché gratuito (ignorando, quindi, tutta la nobile filosofia dell'open-source che ci sta dietro).

-.-

Redentor

Lo é quando devi aggiungere funzionalità.

faber80_

w7 ha fix mensili, non è la cadenza il problema.
il problema è proprio la natura beta di w10, che è in piena evoluzione al contrario di w7 che è ormai un s.o. completo e finito.

Redentor

Talmente tanto che la gente non se ne é accorta (e francamente nemmeno io).

Queste sono le solite conclusioni di chi si impressiona troppo.

Redentor

Rodato perché non si aggiorna ogni 6 mesi.

Per Microsoft poi é una novità questa del rilascio semestrale, e si vede dalle rogne che porta ogni volta.

corrado

è migliore in tutto soprattutto nella gestione della ram

Redentor

Ometti che molti non aggiornano i propri PC non nati con 10.

Guida Acquisto: i migliori Notebook, Ultrabook e 2-in-1 | #NATALE 2017

Windows 10 1709 Fall Creators Update disponibile: tutte le novità

Recensione Surface Pro Core i5 e Core i7: fanless è meglio

Surface Laptop, Studio e tutta la gamma Surface alla MS House | Video